in

Giovinazzi: Vasseur molla l’ascia di guerra e smorza le tensioni

Vasseur ha mollato l’ascia di guerra dopo che all’Istanbul Park non si era risparmiato in termini di nervosismo nei confronti di Giovinazzi

Antonio Giovinazzi

Quella fra Antonio Giovinazzi e l’Alfa Romeo Racing assume sempre più i contorni di una soap-opera. Il tira e molla fra il pilota di Martina Franca e il team del Biscione appare sempre più corposo e anche stavolta Frederic Vasseur ha mollato l’ascia di guerra dopo che all’Istanbul Park, in occasione del recente Gran Premio di Turchia, non aveva sicuramente risparmiato in termini di nervosismo nei confronti di Antonio Giovinazzi.

Nelle scorse ore, in occasione dell’approdo negli Stati Uniti dove ad Austin stasera Antonio scatterà dalla 12esima piazza in luogo della 15esima del compagno Kimi Raikkonen, Frederic Vasseur ha infatti ammesso che pace è stata fatta con Giovinazzi. Tali considerazioni non permettono di certo di ragionare su un concreto futuro per Antonio, ma potrebbero essere viste come utili a distendere gli animi in virtù di un proseguimento dei rapporti.

Come erano andate le cose in Turchia con Giovinazzi

Durante il Gran Premio di Turchia, l’Alfa Romeo Racing aveva accusato Antonio Giovinazzi di essersi rifiutato di lasciare spazio a Kimi Raikkonen per approcciare poi un sorpasso per l’ingresso in zona punti nei confronti di Esteban Ocon con la Alpine. Giovinazzi si trovava infatti in undicesima piazza, davanti a Kimi e dietro ad Ocon ormai in difficoltà con l’unico set di Intermedie utilizzato dall’inizio alla fine dell’appuntamento turco. Inizialmente Giovinazzi aveva criticato l’Alfa Romeo per non avergli ricordato di spingere proprio per tentare il sorpasso nei confronti di Ocon per poi subire le critiche da parte del suo stesso team.

Vasseur
Frederic Vasseur con Antonio Giovinazzi

Ieri Frederic Vasseur ha però ammesso: “a un certo punto Kimi ha spinto di più e abbiamo pensato di poter mantenere le gomme. Quindi abbiamo chiesto ad Antonio di spingere o di lasciarlo andare. Probabilmente era troppo conservativo, ma non voglio biasimarlo. Quindi abbiamo avuto una discussione. Abbiamo perso i punti, chiaramente, ma non voglio dare la colpa ad Antonio. Penso che si stesse attenendo al piano e, quando abbiamo avuto la finestra per spingere di più, ha impiegato due o tre giri per capire che poteva spingere di più”. Quando a Vasseur è stato chiesto se l’Alfa Romeo Racing avesse chiarito con Antonio, Vasseur ha ammesso di averlo già fatto.

Rimane ora da chiarire il futuro di Antonio Giovinazzi che appare ancora in bilico. Su questo argomento Frederic Vasseur ha evitato di fornire ulteriori informazioni ammettendo però che in casa Alfa Romeo Racing “non c’è fretta” per approntare una decisione aggiungendo che ad oggi il team dispone di “un paio di opzioni; prenderemo presto una decisione”.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento