in

Giovinazzi e il futuro incerto: “sicuramente non è facile”

C’è ancora tanta incertezza su quello che effettivamente sarà il futuro di Antonio Giovinazzi in Formula 1 a partire dal 2022

Antonio Giovinazzi

Mettersi per un attimo nei panni di Antonio Giovinazzi da l’idea di quanto questi possano andargli stretti in questa fase di stagione, ora che ancora nulla è certo sulle prospettive in ottica futura. Il giovane pilota di Martina Franca rappresenta infatti l’ultima speranza di vedere anche nel 2022 uno e un solo pilota italiano in griglia di partenza.

Il futuro di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo Racing non è per niente chiaro, né certo. Nulla si sa sugli effettivi programmi posti in essere dalla compagine gestita da Frederic Vasseur che appare in forse anche sull’aspetto legato alla possibile acquisizione da parte di Michael Andretti e della Andretti Autosport.

Insomma, Antonio viaggia a vista visto che al momento l’unica conferma se l’è guadagnata esclusivamente Valtteri Bottas che andrà a sostituire Kimi Raikkonen al culmine di una importante carriera in Formula 1.

Futuro ancora incerto per Antonio Giovinazzi

Se dopo le forti incomprensioni emerse in Turchia il futuro di Antonio Giovinazzi appariva appeso ad un filo, alcune condizioni venutesi a creare negli ultimi giorni legate soprattutto alle questioni Zhou e Piastri sembrano aver creato ragionamenti favorevoli ad un rinnovo. Proprio su quanto accaduto all’Istanbul Park, Antonio ha ammesso: “penso che sia un problema che a volte accade. Si era già verificato in passato, ma non mi piace, ad essere onesti, commentare qui queste cose. Voglio discutere di questo solo con la squadra. Ma non è la prima volta e la cosa importante è che siamo a posto ora”.

Tutto però rimane chiaramente campato in aria e all’apertura del Gran Premio degli Stati Uniti, in programma ad Austin, durante la canonica conferenza stampa a Giovinazzi è stato chiesto proprio cosa pensa della sua situazione attuale: “sicuramente non è facile, se fai questa domanda a tutti i piloti ti risponderanno che non è facile. Vuoi sapere cosa farai l’anno prossimo, se sarai qui o no. Quindi non è l’ideale, ma la situazione ora è questa ora per me e cercherò di fare del mio meglio anche con questa pressione addosso”, ha ammesso Antonio.

Il pilota pugliese ha ammesso ancora una volta che comunque ogni anno, giunti in questa fase di stagione, le cose sembrano andare sempre in questo modo: “i mesi di settembre e ottobre per me sono sempre stati così. Ho sempre avuto qualche problema con quello che avrei fatto durante la stagione seguente. Sta accadendo anche quest’anno. Il problema non è nelle mie mani, quindi non è una mia decisione. Quello che posso fare è solo portare risultati, essere veloce, e poi vedere cosa deciderà Alfa Romeo”.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento