in

Stellantis assume investigatori per indagare sui cattivi odori

Stellantis assume degli investigatori per capire da dove provengono i cattivi odori che derivano dal suo stabilimento di Detroit

Stellantis

Stellantis ha assunto una società di ingegneria di terze parti per indagare sulla causa degli odori che hanno portato lo stato del Michigan a emettere una violazione contro il suo nuovo stabilimento di assemblaggio Jeep a Detroit.

Stellantis creata all’inizio di quest’anno dalla fusione tra Fiat Chrysler Automobiles e Groupe PSA lunedì ha risposto alla violazione del mese scorso in una lettera di quattro pagine che descriveva in dettaglio alcuni passi compiuti dopo che il Dipartimento dell’ambiente, dei grandi laghi e dell’energia del Michigan ha ricevuto reclami dai residenti che vivono intorno al nuovo stabilimento di assemblaggio di Mack sugli odori provenienti dalla struttura.

L’indagine da parte della società di ingegneria dovrebbe essere completata entro il 9 gennaio e sarà condivisa con EGLE. Nel frattempo, la casa automobilistica sta indagando da sola e i membri della comunità possono chiamare direttamente una hotline quando hanno un reclamo.

Un programma di monitoraggio di routine “più volte al giorno” è stato implementato ai margini del sito Stellantis di Mack per aiutare a determinare le tendenze e le fonti degli odori, secondo la risposta di Michael Brieda, direttore dello stabilimento di Mack. L’azienda ha ordinato porte avvolgibili esterne automatiche per mantenere chiusi gli accessi sul lato ovest tranne quando in uso e ha installato una serie di nuovi sistemi e attrezzature nel suo reparto di verniciatura che spera ridurranno al minimo gli odori e avviseranno gli operatori quando le condizioni non sono ottimali.

La società ha ampliato il suo sito sul lato est di Detroit da un impianto di motori parzialmente inattivo a un impianto di assemblaggio da $ 1,6 miliardi. Ha iniziato a consegnare i nuovi SUV Grand Cherokee L a giugno ai concessionari. EGLE ha osservato odori “moderati o forti” provenienti dall’impianto durante tre ispezioni in risposta a reclami in agosto e settembre, secondo la violazione. Lunedì Stellantis ha anche inviato un’e-mail ai destinatari della comunità della sua newsletter trimestrale sui passi compiuti.

“Vogliamo farlo bene”, hanno detto nella lettera Brieda e Greg Rose, direttore dell’ambiente, della salute e della sicurezza dell’azienda. “Stiamo lavorando duramente per una visione condivisa per un futuro positivo per Detroit e durante questo viaggio continueremo a fare del nostro meglio per guadagnarci la vostra fiducia. Siamo incredibilmente grati per questa opportunità di costruire i nostri prossimi 100 anni a Detroit”.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!