in

F1, Domenicali: ‘Ci sono stati colloqui con Hamilton in Ferrari’

Il CEO della Formula 1 parla del periodo in cui era team principal della Scuderia Ferrari

Prima che Stefano Domenicali diventasse amministratore delegato della Formula 1 o della Lamborghini, era team principal della Scuderia Ferrari dopo averla preso il posto di Jean Todt che oggi è il presidente della FIA.

Sotto Domenicali, la scuderia di Maranello aveva piloti come Kimi Raikkonen e Fernando Alonso. Nelle scorse ore, il CEO della F1 c’erano stati anche colloqui con Lewis Hamilton che all’epoca era alla McLaren.

Stefano Domenicali: il CEO della Formula 1 ammette che ci sono stati colloqui con Hamilton quando era alla Scuderia Ferrari

Ad essere onesti, sì, questo è vero e ne abbiamo discusso, ma penso che la risposta che Lewis è stato in grado di dare sia stata quella giusta. Penso che quel periodo di lui [potenzialmente in Ferrari] sia passato“, ha detto Domenicali a Sky Sports rispondendo ai recenti commenti di Hamilton.

Anche se ciò non dovesse accadere, Ferrari oggi può contare su Charles Leclerc che ha un contratto fino al 2024 e Carlos Sainz Jr che è al suo primo anno e sta andando bene e non c’è motivo per cui il suo contratto non debba essere rinnovato visto che ha ancora 27 anni.

Ci sono momenti nella vita, c’è un team che è molto importante ricordare [per momenti come questo] ‘Sliding Doors. Ci sono momenti in cui se entri in un ascensore e rimani su un altro piano [al contrario della destinazione originale], quindi questa era la situazione con Lewis in quel momento specifico della sua vita. Ma non credo che possa incolpare la sua scelta perché ha avuto una carriera incredibile”, ha continuato l’amministratore delegato della F1.

Anche quando Stefano Domenicali era alla Ferrari, aveva ingaggiato Fernando Alonso il quale aveva avuto un rapporto conflittuale con Hamilton nella sua prima stagione alla McLaren che lo ha portato a lasciare la scuderia.

Dunque, il britannico al fianco di quello spagnolo non è mai stato davvero un’opzione e, quando Alonso ha lasciato la squadra, Hamilton aveva già firmato con la Mercedes con la quale ha vinto sei dei suoi sette titoli mondiali.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento