in ,

Lewis Hamilton è sorpreso di non aver mai guidato una Ferrari F1

Il pilota 36enne vuole mostrare ai più giovani le sue capacità

Dopo aver completato la sua 100ª vittoria in Formula 1, Lewis Hamilton – attuale pilota di Mercedes-AMG Petronas F1 – ha rivelato di essere particolarmente sorpreso di non aver mai guidato per Ferrari, che è a tutti gli effetti la squadra di Formula 1 più iconica. Egli ha dichiarato che i tifosi presenti a Monza lo hanno sempre accolto e invitato a guidare per la loro squadra del cuore, ma fino ad ora non è stato ancora possibile.

Per anni, ogni volta che vengo a Monza e vedo i tifosi, li sento dire ‘Vieni in Ferrari!’. Mi scalda il cuore, ma è abbastanza sorprendente che non abbia mai guidato per la Ferrari dopo così tanti anni. Perché è un sogno per tutti, un obiettivo da raggiungere. Non è mai stato davvero possibile e non saprò mai esattamente perché”, ha detto il sette volte campione del mondo.

Lewis Hamilton Mercedes
Lewis Hamilton a bordo della sua monoposto Mercedes

Lewis Hamilton: il pilota della Mercedes parla del fatto di non aver mai guidato una monoposto Ferrari

Hamilton ha rivelato di avere un paio di vetture Ferrari stradali nel suo garage, ma probabilmente non guiderà mai una monoposto del cavallino rampante ora che ha 36 anni e ha un contratto con la Scuderia Mercedes valido fino alla stagione 2023.

Auguro loro il meglio e nel prossimo futuro dovrò solo impedirgli di vincere il campionato del mondo. Ho un paio di Ferrari a casa che posso guidare, ma non la Ferrari di F1”, ha aggiunto il pilota britannico.

Lewis Hamilton ha poi detto di sentirsi motivato a rimanere in questo sport poiché ora ha la possibilità di mostrare le sue abilità contro una generazione più giovane di piloti, tutti molto dotati e supportati da grandi team.

Onestamente, non ho paura di questo. Ma è uno dei motivi per cui voglio rimanere in F1 perché sarà davvero un’opportunità per mostrare le mie capacità. Credo che la mia esperienza possa essere importante per la squadra ma anche per lo sviluppo di George, che è già molto veloce ma imparerà sicuramente da me, perché sono in F1 da più tempo”, ha aggiunto parlando di George Russell in particolare che è stato più volte definito come il successore dello stesso Hamilton alla Mercedes.

E sarò anche io in grado di imparare da lui. Non ho remore a imparare da qualcuno più giovane. Non ho paura, voglio solo vincere. Sì, sono molto più grande e loro non hanno paura di nulla. Mi piace guardarli guidare. Spero di potermi ancora meritare il mio posto qui, di poter rispondere a loro nel modo più efficace possibile”, ha concluso il 36enne.

Nella stagione 2021, Lewis Hamilton si ritrova ancora a correre con “vecchi nemici” come Fernando Alonso, Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. Tuttavia, ha la possibilità di affrontare piloti più giovani come Charles Leclerc, Max Verstappen e Lando Norris. Soprattutto con il pilota olandese della Red Bull, Hamilton è coinvolto in una battaglia davvero interessante per il titolo.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!