in

Alfa Romeo: Imparato e i 40 giorni di tempo a Mesonero per un primo concept

Pare che Jean-Philippe Imparato abbia chiesto al capo del design di Alfa Romeo, Mesonero-Romanos, di approntare un bozzetto in 40 giorni

Con l’Alfa Romeo Tonale ormai sempre più vicina al debutto, il Biscione comincerà a configurare il primo passo per confezionare un rilancio molto più che necessario. Il primo C-SUV di casa Alfa Romeo dovrebbe infatti debuttare all’inizio del nuovo anno, sebbene entro fine anno potrebbero arrivare prime informazioni più interessanti e magari immagini pressoché definitive, per poi arrivare in concessionaria il 4 giugno prossimo. Si sa che l’Alfa Romeo Tonale rappresenta l’ultimo retaggio della mentalità ex FCA che ha lasciato ora il posto ad una più propositiva condizione d’essere a marchio Stellantis. Nonostante questo, proprio l’Alfa Romeo Tonale sarà la vettura utile per cominciare a programmare nel migliore dei modi. Insomma, si ripartirà proprio dalla Tonale.

Se la Tonale introduce un primo punto di partenza, non è chiaro ancora quali saranno i progetti futuri e le mosse che Jean-Philippe Imparato sta provando a mettere sul tavolo. Si sa però che nei prossimi mesi, comunque entro fine 2021, arriverà il primo piano industriale a matrice Stellantis che dovrebbe fornire indicazioni e sciogliere molti dubbi.

Indiscrezioni su un nuovo concept a marchio Alfa Romeo

Sembra essere passata in sordina una indiscrezione riportata dagli spagnoli di El Confidencial che, in un articolo a firma di Pedro Martin, riporta una richiesta specifica di Jean-Philippe Imparato nei confronti di Alejandro Mesonero-Romanos (a capo del design di Alfa Romeo) su un futuro modello del Biscione con tempistiche ben definite.

“L’amministratore delegato dell’Alfa Romeo racconta di aver incontrato Alejandro Mesonero-Romanos chiedendogli di abbozzare il design di una nuova vettura pronta in 40 giorni da mostrare a Carlos Tavares per avviare un nuovo progetto. Il designer spagnolo ha compiuto il miracolo e in poco più di un mese Imparato ha avuto sul tavolo la proposta commissionata che entro il prossimo novembre sarebbe dovuta diventare un primo prototipo. Questo è il ritmo che cerca il manager francese, il quale sottolinea che l’Alfa Romeo sarà già redditizia”, si legge su El Confidencial.

Alejandro Mesonero-Romanos Alfa Romeo

Una situazione parecchio interessante che potrebbe culminare nella realizzazione di un primo concept da esibire già durante il mese di novembre. Non è chiaro se Alfa Romeo e Jean-Philippe Imparato intenderanno presentare la vettura alla stampa o ragionarci su secondo un programma al momento da distribuire soltanto fra le mura del Centro Stile.

“Ma se l’arrivo del Tonale scriverà nella primavera del 2022 il primo capitolo del nuovo corso del Biscione, già sotto l’egida di Stellantis, ora iniziano a svilupparsi i progetti successivi, e quel ‘bozzetto’ di Mesonero-Romanos di cui sopra dovrebbe tradursi nel 2024 nella prima vettura del brand sotto la gestione del nuovo Gruppo”, si legge ancora sulla testata spagnola. Non ci resta che ben sperare per i prossimi mesi. Si comincia quindi a definire quello che sarà lo stile dei futuri modelli del Biscione, nel frattempo pare che una ricerca interna ha portato Stellantis ad ammettere che vetture di Segmento E risulteranno fortemente importanti per garantire profitti ai marchi premium: fra questi pare che un ruolo di spicco debba averlo proprio Alfa Romeo, a livello globale.

Lascia un commento