in ,

Alfa Romeo 6C 2500 SS Villa D’Este vince il Best of Show

Una miss come l’Alfa Romeo 6C 2500 SS Villa d’Este non può che trionfare in passerella.

Un'Alfa Romeo 6C 2500 SS Villa d'Este come quella premiata a Montecatini Terme (Screen shot da video Bloemendaal Classic & Sportcars)

Un’Alfa Romeo 6C 2500 SS Villa d’Este del 1949 (come quella nella foto) ha vinto la categoria Touring Superleggera e si è assicurata anche il Best of Show al Concorso d’Eleganza Automobili di Montecatini Terme, andato in scena nella bella cornice della cittadina termale toscana. L’evento, dopo il rinvio forzato dell’anno scorso, ha ripreso la marcia, con la regia del Kursaal Car Club, di AC Pistoia, AC Firenze ed ACI Storico. Nell’edizione precedente, la vittoria assoluta era andata a una Ferrari 250 GTL.

Le vetture partecipanti all’appuntamento del 2021, scelte esclusivamente su invito del comitato, sono state 26, suddivise in tre categorie: Anteguerra, Dopoguerra e Moderne. Una quarta categoria speciale è stata riservata alla Touring Superleggera. Oltre ai premi relativi a questi raggruppamenti è stato consegnato il Trofeo d’onore alla vettura “Best of Show”: la già citata Alfa Romeo 6C 2500 SS Villa d’Este.

L’auto reca nella sigla il nome un noto hotel di Cernobbio, sul lago di Como. Tale appellativo è la conseguenza del trofeo del pubblico vinto nell’omonimo Concorso d’Eleganza del 1949. Il merito dello splendido design va ascritto al genio di Felice Bianchi Anderloni, autore delle forme dell’auto per la Carrozzeria Touring.

Alfa Romeo 6C 2500 SS Villa d’Este: regina di bellezza

Lo stile e la classe fanno parte dell’apparato genetico dell’Alfa Romeo 6C 2500 SS Villa d’Este. Ecco perché il successo guadagnato al Concorso d’Eleganza Automobili di Montecatini Terme non stupisce. La splendida creatura del “biscione” è naturalmente predisposta verso il “Best of Show”, per le sue fattezze estetiche.

Come abbiamo riferito in un precedente post, si può parlare di “una creatura artistica, magistrale nella sua esecuzione”. Le sue linee snelle e sportive, proporzionate e fluide, entrano subito nel cuore, con la forza del loro carattere. Qui c’è l’essenza del gusto italiano, che ha fatto (e continua a fare) scuola nel mondo. Purtroppo non è facile vedere in giro un esemplare di questa vettura, per il suo pregio, per l’anzianità anagrafica e per il ridotto numero di esemplari in cui ha preso forma: 36. Quando capita di incontrarne una, però, le emozioni sono assicurate. Raro trovare un’auto così fluida, muscolosa, sportiva e raffinata.

Il taglio dei volumi dissimula bene le grandi dimensioni di questa berlinetta, lunga 4580 millimetri e larga 1780 millimetri. La spinta dell’Alfa Romeo 6C 2500 SS Villa d’Este fa capo a un motore a 6 cilindri in linea, che suona con grande armonia. Si tratta di un cuore da 2.443 centimetri cubi di cilindrata, alimentato da tre carburatori monocorpo, che esprime una potenza massima di 105 cavalli. Non è una cifra altissima, specie in considerazione del marchio di cui si fregia, ma questa è soprattutto una vettura per la “dolce vita”, non per segnare dei tempi record in pista.

Uno splendido esemplare di Alfa Romeo 6C 2500 SS Villa d’Este

Fonte | Kursaalcarclub

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!