in

Grugliasco: cosa c’è nel futuro dello stabilimento

Non è chiara, perlomeno al momento, la sorte che attende il sito produttivo AGAP di Grugliasco: l’attesa è rivolta al nuovo piano industriale

Grugliasco

Ipotizzare un futuro per lo stabilimento Stellantis di Grugliasco non è affatto semplice. Sono infatti diversi gli stabilimenti italiani del nuovo Gruppo nato dalla fusione tra FCA e PSA che hanno già in essere ragionamenti sul futuro grazie agli investimenti proposti dalla stessa Stellantis che dovrebbero garantire continuità e nuove risorse. Non è chiaro invece, perlomeno al momento, la sorte che attende altri siti produttivi i quali necessitano ancora di un piano produttivo ad hoc.

È ad esempio questo il caso dello stabilimento AGAP di Grugliasco che insiste in quell’importante area del polo torinese dell’auto. Già da diverse settimane risulta ben noto che lo stabilimento si trova all’interno di una fase di forte revisione con un già avviato programma di uscite anticipate per i suoi dipendenti e lavoratori. Il fine ultimo è ovviamente quello di ridurre il personale, puntando ad esempio a semplificare il raggiungimento di quei requisiti utili al pensionamento della fascia di lavoratori più in là con l’età. Un provvedimento che potrebbe non rimanere isolato nel tempo.

Il futuro è quindi appeso al filo che conduce a possibili nuovi modelli. Oggi presso lo stabilimento AGAP di Grugliasco vengono realizzate le Maserati Quattroporte e Ghibli che ormai hanno raggiunto un certo set di anni sulle spalle. È ormai evidente che per quanto riguarda la Maserati Ghibli non ci sarà un futuro visto che una nuova generazione non esisterà e l’uscita di produzione è attesa per il 2023. Allo stesso tempo, anche la Quattroruote potrebbe seguire lo stesso programma della Ghibli, ad eccezione del fatto che la nuova generazione dovrebbe essere invece garantita. D’altronde la Maserati Quattroporte rappresenta un vero e proprio simbolo nella gamma storica del Tridente: l’attesa dovrebbe anche garantire una versione completamente elettrica.

È chiaro quindi che il futuro, da qui ad un paio d’anni, per lo stabilimento di Grugliasco appare ovviamente fortemente votato all’incertezza. Il piano industriale di Stellantis atteso entro fine anno dovrebbe ragionare anche in questa direzione. Al momento pare più concreta la voglia di puntare maggiormente su Mirafiori.

Quali possibilità per Grugliasco

Essendo già quello di Grugliasco uno stabilimento votato alla produzione Maserati, anche nel futuro potrebbe mantenere questa prerogativa produttiva continuando a realizzare i futuri modelli del Tridente. Escluso il nuovo Maserati Grecale che sarà prodotto presso lo stabilimento di Cassino, le future generazioni di Quattroporte appunto e Levante potrebbero essere destinate proprio a Grugliasco. Ma c’è da dire che in questo momento il Maserati Levante viene prodotto a Mirafiori.

Con la fine della produzione della Maserati Ghibli, proprio Quattroporte e Levante rappresenterebbero le uniche possibilità destinate a Grugliasco. Tuttavia, poiché a Grugliasco trovano già posto competenze e possibilità legate a modelli d’alta gamma, il futuro delle sinergie di casa Stellantis potrebbe portare altri marchi presso lo stabilimento piemontese.

Il piano industriale chiarirà ogni dubbio, ma l’AGAP di Grugliasco non potrà essere messo da parte.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento