in

Alfa Romeo Giulia: in arrivo il motore 1.3 T4 da 180 CV?

Appartiene alla nuova famiglia di motori GSE, nota anche come Firefly.

Alfa Romeo Giulia 1300

Il gruppo automobilistico FCA ha presentato, per il mercato europeo, le nuove motorizzazioni a benzina GSE, acronimo di Global Small Engine e note anche come unità Firefly. Stando a quanto riportato dal sito tedesco “Motor Talk“, anche la berlina Alfa Romeo Giulia sarà proposta con il motore a benzina Firefly per la versione base.

Nello specifico, la Alfa Romeo Giulia dovrebbe adottare il propulsore a benzina 1.3 T4 sovralimentato a quattro cilindri da 180 CV di potenza e 270 Nm di coppia massima. Inoltre, la famiglia delle motorizzazioni Global Small Engine comprenderà anche l’unità di pari alimentazione 1.0 T3 sovralimentata a tre cilindri da 120 CV di potenza e 190 Nm di coppia massima.

Fiat Tipo

Oltre alla Alfa Romeo Giulia, le nuove motorizzazioni GSE ‘Firefly’ a benzina di FCA saranno adottate anche dalle Fiat 500 e Tipo, nonché dalla Jeep Cherokee. Gradualmente, sostituiranno tutte le attuali motorizzazioni Fire e MultiAir a benzina. Inoltre, saranno utilizzate anche per le declinazioni Natural Power a metano e le versioni ibride Mild Hybrid o Plug-In Hybrid.

La famiglia delle motorizzazioni a benzina Global Small Engine è stata introdotta da FCA nel 2016, con le unità aspirate 1.0 N3 a tre cilindri e 1.3 N4 a quattro cilindri per la ‘brasiliana’ Fiat Uno. I propulsori a benzina GSE ‘Firefly’ sono caratterizzati dal peso contenuto che ammonta a 91 kg per il motore 1.0 T3 e 110 kg per il propulsore 1.3 T4, quindi contribuiranno alla massima efficienza in termini di consumi e, soprattutto, nell’abbattimento delle emissioni di CO2.

Se l’indiscrezione dovesse essere confermata, tornerebbe una cilindrata storica per la Casa del Biscione che ha caratterizzato tutta la carriera dell’omonima antenata della Alfa Romeo Giulia. Il motore a benzina 1.3 T4 da 180 CV affiancherà il propulsore di pari alimentazione 2.0 TB che è proposto nelle versioni da 200 CV e 280 CV, oltre all’unità diesel 2.2 TD disponibile nelle declinazioni da 136 CV, 150 CV, 180 CV e 210 CV.

34 Commenti

Lascia il tuo commento, condividi il tuo pensiero
  1. Alfa Giulia —> 1333cm3 4 cilindri 180 CV di potenza e 270 Nm di coppia massima

    BMW serie 3 —> 1499cm3 3 cilindri 136cv di potenza e 220Nm di coppia massima

    Audi A4 —> 1395cm3 4 cilindri 150cv di potenza e 250Nm di coppia massima

  2. No! Per favore no! Un’auto di questo livello non si potrebbe proprio vedere con una motorizzazione del genere. Queste ragazzate lasciamole fare ai crucchi e i vaggari! Però potrebbe starci su un’Alfa di segmento più basso, come l’erede della Giulietta, oppure il fantomatico Crossover che dovrebbe sostituire la Mito…

Lascia un commento