in

Alfa Romeo: le parole di Imparato sollevano un polverone

Le parole del numero uno di Alfa Romeo Jean-Philippe Imparato, che ha chiesto un miglioramento della qualità delle auto del Biscione, stanno facendo discutere

Jean-Philippe Imparato - Alfa Romeo
Jean-Philippe Imparato - Alfa Romeo

Nei giorni scorsi hanno fatto molto rumore le dichiarazioni del numero uno di Alfa Romeo, l’amministratore delegato Jean-Philippe Imparato che ha detto senza mezzi termini che le vetture della casa automobilistica del Biscione devono migliorare la loro qualità se vogliono competere con le rivali delle case tedesche lanciando un appello ai fornitori di componenti.

Alfa Romeo: le parole di Imparato sulla qualità delle auto del Biscione non sono piaciute a tutti

Questa richiesta di miglioramento della qualità nelle auto di Alfa Romeo da parte del nuovo numero uno del brand italiano ha ricevuto il plauso da parte di molti tra i fan dello storico marchio milanese. Altri però non hanno apprezzato più di tanto, dicendo che quello dei problemi di qualità del marchio premium di Stellantis è solo un luogo comune e che già adesso le vetture della casa automobilistica del Biscione non hanno niente da invidiare alle auto di Audi, Bmw o Mercedes.

Il dibattito è stato davvero forte sul web. Quello che però a tutti i fan di Alfa Romeo sta davvero a cuore è che con il gruppo Stellantis il marchio del Biscione venga rilanciato a dovere. Sicuramente se si vuole competere ai massimi livelli del segmento premium un ulteriore salto di qualità in termini di tecnologia e qualità costruttiva va fatto ma ovviamente è anche importante che il Biscione rispetti il proprio DNA in termini di design e sportività.

Vedremo dunque con il piano di rilancio di Alfa Romeo che il gruppo Stellantis rivelerà tra la fine del 2021 e gli inizi del 2022 quali novità arriveranno per la casa automobilistica milanese che promette di fare scintille nei prossimi anni nel segmento premium del mercato auto con l’obiettivo di dare serio filo da torcere alle rivali di Bmw, Audi e Mercedes in un momento in cui il settore automotive sta cambiando con una rapidità mai vista prima d’ora.

Alfa Romeo News
Le parole del numero uno di Alfa Romeo Jean-Philippe Imparato, che ha chiesto un miglioramento della qualità delle auto del Biscione, stanno facendo discutere

Ti potrebbe interessare: Nuova Alfa Romeo 166: sarà così la futura ammiraglia del Biscione?

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

2 Commenti

Lascia il tuo commento, condividi il tuo pensiero
  1. Non ha tutti i torti.
    Le uniche due auto Alfa propongono tecnologia di una generazione precedente (infotainment su tutti) allo stesso prezzo delle rivali tedesche che se le sono ampiamente divorate sul mercato.

    Poi possiamo discutere quanto vi pare con i soliti luoghi comuni del “alfa piacere di guida assoluto, W le itaGliane, i componenti al carbonio attivo di Giulia li usano nella ISS…”

    Ma è il mercato che comanda, e il mercato ha bocciato Alfa sin dalla rimozione di Mito e Giulietta.

Lascia un commento