in

Stellantis: a Mirafiori 200 lavoratori in uscita volontaria

Non c’è pace per i lavoratori italiani di Stellantis. Di recente si sono infatti succedute diverse notizie relative a operazioni di taglio della forza lavoro

Stellantis Mirafiori

Non c’è pace per i lavoratori italiani di Stellantis. In queste settimane si sono infatti succedute diverse notizie relative a molteplici operazioni di taglio della forza lavoro. Si registra ora un accordo ulteriore fra l’azienda e i sindacati in relazione stavolta allo stabilimento torinese di Mirafiori dove oggi vengono prodotte la Nuova Fiat 500 Elettrica e la Maserati Levante, ma che nei prossimi mesi dovrebbe risultare sede di alcuni nuovi progetti di casa Maserati.

Ora il nuovo accordo con le sigle sindacali prevede un set di uscite anticipate in modalità volontaria destinate a 200 addetti del comparto Carrozzerie di Mirafiori, conseguente peraltro in termini di tempistiche ad un programma simile rivolto stavolta ai lavoratori di Grugliasco per 100 lavoratori. Nel complesso il polo torinese vedrà quindi un taglio di circa 300 lavoratori senza però poter contare su nuovi progetti utili a potenziare e rinnovare il personale di Mirafiori e Grugliasco: al momento Stellantis ha necessità di praticare un taglio dei costi per avviare il nuovo piano industriale che dovrebbe essere presentato entro la fine dell’anno. In questo modo non viene garantita la piena occupazione dei lavoratori presenti nell’organico del polo torinese di casa Stellantis. Peraltro a Grugliasco è già previsto il trasferimento di una 50ina di lavoratori a Mirafiori e la chiusura di un paio di reparti, condizione che mette a rischio il futuro di almeno un migliaio di lavoratori.

Proprio a Grugliasco potrebbero essere previsti più ampi ridimensionamenti: al momento si prevede che in quella sede rimanga il reparto lastratura e un reparto amministrativo con conseguente trasferimento del polo del lusso del Tridente a Mirafiori. Ma non sono previste ancora conferme ufficiali da parte di Stellantis. Diverse sono le cose a Mirafiori: si sa infatti di un incremento che dovrà interessare la produzione della Nuova 500 Elettrica con un effettivo raddoppio del target produttivo attuale grazie anche alla commercializzazione al di fuori dell’Europa. In più, a Mirafiori è prevista la nuova generazione delle Maserati GranTurismo e GranCabrio che in precedenza venivano prodotti nello storico stabilimento modenese del Tridente e rimane la produzione del Maserati Levante. I vecchi piani ipotizzati da FCA nel 2019 per i futuri modelli di Maserati non sono stati ancora ragionati da Stellantis, quindi tutto può succedere sebbene il nuovo piano industriale chiarirà ogni eventuale dubbio.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento