in

Vendita auto a benzina e diesel: stop nel 2035 nell’Ue?

La Commissione europea avrebbe deciso per misure più stringenti, così da ottenere la carbon neutrality entro il 2050

stop benzina e diesel

La decisione arriverà entro il 14 luglio 2021, ma intanto le voci si fanno insistenti. L’Unione europea starebbe pensando allo stop delle vendite di auto a benzina e diesel nel 2035. La Commissione avrebbe deciso per misure più stringenti, così da ottenere la carbon neutrality entro il 2050.

Alcuni Gruppi automobilistici e le associazioni di rappresentanza chiedono all’Ue target realistici e raggiungibili per evitare danni irreparabili al tessuto manifatturiero europeo. Se l’industria auto non è pronta per l’elettrico, servirà chiudere le fabbriche che sfornano macchine a benzina e a gasolio, e fare investimenti fortissimi senza avere certezza di ritorno in tempi brevi.

Industria auto sotto pressione in Europa

Probabilmente, determinati Paesi europei fortemente esposti all’industria automobilistica tenteranno di annacquare le proposte. Anche perché, per sviluppare l’elettrico, le Case auto aumenteranno gli investimenti del +41% a 330 miliardi di dollari al 2025 nel mondo, rispetto a stime precedenti di 234 miliardi nel periodo 2020-2024. Saranno le piattaforme per auto di grandi dimensioni (segmento E) a raggiungere per prime i volumi del termico indicativamente nel 2023. L’innovazione viene introdotta prima sui modelli di punta che hanno più margini e permettono di assorbire prima i costi di sviluppo.

Ma la situazione si fa sempre più confusa. Infatti, va ricordato l’attacco del numero uno del Gruppo Volkswagen, Herbert Diess, al G7. Va premesso che i Paesi partecipanti hanno adottato una soluzione di compromesso per accelerare la transizione verso la mobilità elettrica, ma non hanno voluto stabilire precise scadenze. Diess è stato critico: avrebbe voluto una data precisa.

Attraverso il suo profilo su Twitter (quindi questa non è un’indiscrezione o un’interpretazione), si è lamentato perché i politici non hanno fissato una data per la fine dell’utilizzo del carbone. Secondo il leader del colosso tedesco non è stato fatto abbastanza. Diess ha evidenziato soprattutto il fatto che i veicoli elettrici sono fondamentali per raggiungere gli obiettivi sul clima del 2030.

Le elettriche (come la VW ID.3 e la ID.4, che già vanno forte sui mercati) hanno davvero senso, sotto il profio ambientale, solamente se utilizzate con energia verde. Per il CEO, lasciare che funzionino con energia proveniente dal carbone è una contraddizione. Non si deve inquinare mai, né alla produzione dell’energia né durante l’uso delle vetture.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento