in

Michelin è il primo produttore di pneumatici al mondo

Michelin è riuscito a fatturare poco più di 20 milioni di euro nel 2020

Michelin Uptis

Michelin è diventato il primo produttore di pneumatici al mondo nonostante l’ultimo anno sia stato un periodo molto difficile per il settore automobilistico e per l’industria delle gomme per il primo equipaggiamento e come cambio.

Secondo quanto dichiarato da PneusNews, Michelin ha superato Bridgestone, diventando il primo produttore al mondo di pneumatici. L’azienda francese è riuscita a conquistare la prima posizione nella classifica mondiale dopo 13 anni.

Classifica mondiale produttori pneumatici 2021
Ecco la classifica mondiale dei produttori di pneumatici per il 2021

Michelin: il produttore francese è riuscito a scavalcare Bridgestone

In base a quanto dichiarato dal magazine specializzato nel settore degli pneumatici, Michelin è riuscito a posizionarsi davanti a Bridgestone con un fatturato di poco superiore a 20 milioni di euro nel 2020.

L’anno scorso, le limitazioni imposte sugli spostamenti e i vari stop alla produzione negli stabilimenti delle case automobilistiche hanno portato a un calo generale per tutti i principali produttori di gomme.

Analizzando nello specifico la classifica mondiale, soltanto otto brand hanno conservato la posizione rispetto al 2019. Inoltre, tutti i produttori hanno registrato un calo del fatturato lo scorso anno, ad eccezione di BKT Tires che si occupa di produrre pneumatici per i settori agricolo, industriale e off-road.

L’italiana Pirelli si è piazzata al settimo posto con 4,3 milioni di euro di fatturato. In terza posizione c’è Continental con oltre 7 milioni di euro. Fuori dal podio ci sono Goodyear (10 milioni) che dal secondo posto è passato al quarto, Sumitom con Falken (6 milioni) e Hankook (4,8 milioni). Dopo Pirelli, altri produttori famosi sono Yokohama (4,5 milioni), Maxxis (2,790 milioni) e Toyo Tires (2,7 milioni).

L’analisi condotta da PneusNews fa notare alcuni aspetti molto importanti. Innanzitutto, bisogna considerare il cambio di valuta da yen a euro che ha impattato sul risultato di alcuni produttori come Bridgestone. In secondo luogo, ci sono le acquisizioni e le fusioni come quella fatta da Goodyear che ha acquisito Cooper Tires, noto produttore statunitense che nella classifica si è posizionato al 14º posto.

Quest’ultima mossa potrebbe consentire a Goodyear di recuperare qualche posizione in classifica, diventando il terzo produttore di pneumatici al mondo dopo Michelin e Bridgestone, secondo il magazine di settore.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento