in ,

Alfa Romeo 33 TT 12 ex Pescarolo all’asta

Quando un gioiello come l’Alfa Romeo 33 TT 12 viene messo in vendita, le antenne dei potenziali acquirenti si alzano.

Alfa Romeo 33 TT 12
L'Alfa Romeo 33 TT 12 messa all'asta (Foto Bonhams)

Opportunità imperdibile per gli appassionati più facoltosi del “biscione“, che possono tentare di portare a casa una splendida Alfa Romeo 33 TT 12 del 1974. Il 13 agosto, infatti, Bonhams metterà all’asta un esemplare del modello, quello con telaio AR 11512-010, che ha vissuto esperienze particolarmente nobili.

La vendita sarà effettuata in occasione dell’evento al Quail Lodge Golf Club di Carmel, piccola città nella contea di Monterey in California. Al momento non si hanno indicazioni sul possibile prezzo, ma non ci vuole molto a capire che la cifra dell’eventuale aggiudicazione sarà milionaria.

Un’Alfa Romeo 33 TT 12 di grande lignaggio

Un’Alfa Romeo 33 TT 12 in pista

La vettura in catalogo giunge dalla Judge DiLoreto Collection e vanta un passato sportivo molto luminoso. Nel 1975, coi piloti Derek Bell ed Henri Pescarolo al volante, mise a segno i successi nelle sfide di Spa-Francorchamps, Zeltweg e Watkins Glen. Nello stesso anno la casa milanese guadagnò il Campionato Mondiale Marche.

Chi acquisterà l’esemplare messo in vendita da Bonhams porterà in garage un esemplare ricco di storia, che ha scritto pagine indimenticabili di automobilismo da corsa. Questo gioiello garantisce la possibilità di fare una splendida figura in qualsiasi evento per auto d’epoca, in pista o sul green di un resort da sogno, come quelli che ospitano i concorsi d’eleganza, giusto per intenderci.

L’Alfa Romeo 33 TT 12 è una rarità della galassia automobilistica e porta in dote il miglior DNA del marchio del “biscione”, che fece brillare nell’universo agonistico. Il progetto del modello porta la firma del mitico ingegnere Carlo Chiti, noto a tutte le latitudini per la sua genialità creativa.

Le caratteristiche del modello

Un video su YouTube di un’Alfa Romeo 33 TT 12 impegnata sulle strade della Targa Florio

Nella sigla sono rappresentate alcune caratteristiche della vettura: TT sta per telaio tubolare, mentre 12 esprime il frazionamento del vigoroso motore a cilindri contrapposti da 3 litri di cilindrata, che eroga la bellezza di 500 cavalli di potenza massima a circa 11500 giri al minuto. Il tutto su un peso di appena 670 chilogrammi. Non bisogna essere dei fenomeni per capire quanto elevato fosse il tenore delle sue performance, che trovano un’efficace cartina di tornasole nei risultati raccolti in pista.

L’Alfa Romeo 33 TT 12 aveva le credenziali giuste per mettersi in evidenza. Il modello si offrì nel suo massimo fulgore nella stagione 1975, quando si aggiudicò sette gare della serie iridata, tre delle quali con l’esemplare messo all’asta in California. Un ruolino di marcia che consegnò la gloria finale alla casa milanese. Poi la parabola discendente, dovuta al disimpegno dei vertici aziendali, che preferirono orientare gli sforzi in altre direzioni.

Una stirpe gloriosa

Video on board, in pista, su un’Alfa Romeo 33 TT 12

Come già scritto, al volante dell’Alfa Romeo 33 TT 12 si misero piloti del calibro di Derek Bell ed Henri Pescarolo, che condussero in gara il lotto proposto da Bonhams. Altri esemplari furono gestiti in pista da Arturo Merzario, Nino Vaccarella, Mario Andretti, Vittorio Brambilla, Jacques Laffitte, Jacky Ickx, Rolf Stommelen e Jochen Mass. Di questo prototipo gli appassionati conservano ottimi ricordi. Oggi lo si rivede con piacere in alcuni dei più importanti appuntamenti in pista, che rievocano il fascino romantico delle vecchie corse e delle vecchie glorie, come appunto l’Alfa Romeo 33 TT 12. Presto un nuovo proprietario si potrà concedere il fascino inebriante delle sue emozioni, in forma statica e dinamica.

La vettura appartiene a una stirpe di grande storia, quelle delle Tipo 33 da gara, prodotte fra il 1967 e il 1977. Queste creature hanno preso parte al Campionato del Mondo Sport Prototipi, mettendo in cassa due preziosi successi nel 1975 e 1977. In quella coppia di anni salirono nell’Olimpo della specialità. Non mancarono neppure le partecipazioni alla serie CanAm e alla cronoscalate. Presto l’Alfa Romeo 33 TT 12 di cui vi abbiamo parlato passerà sotto il martello del banditore. Siamo curiosi di vedere quanta competizione a suon di rilanci scatenerà fra i potenziali acquirenti, desiderosi di portare a casa questo magnifico esemplare.

Fonte | Bonhams & Forbes

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento