in

Jeep Grand Cherokee 2022: la produzione inizierà questo autunno

Prima della fine dell’anno è previsto l’avvio della produzione anche della versione ibrida plug-in

Jeep Grand Cherokee 4xe prototipo

L’arrivo della Jeep Grand Cherokee di quinta generazione è stato anticipato dall’introduzione di una nuova versione chiamata Jeep Grand Cherokee L. Si tratta di un SUV di medie dimensioni in grado di ospitare a bordo fino a sette persone.

La versione a tre file è attualmente in fase di assemblaggio presso il nuovo stabilimento Mack Avenue del Detroit Assembly Complex di Stellantis e sta già arrivando presso le concessionarie statunitensi.

Nuova Jeep Grand Cherokee su rimorchio foto
Nuova Jeep Grand Cherokee trainata dal Grand Wagoneer

Nuova Jeep Grand Cherokee: la produzione avverrà nello stabilimento di Mack Avenue

Per quanto riguarda la versione a cinque posti, che deve essere ancora presentata ufficialmente, sappiamo che la produzione partirà quest’autunno. Tale informazione è stata confermata nelle scorse ore dal direttore finanziario di Stellantis Richard Palmer durante una conference call con gli investitori riguardanti gli utili del gruppo del primo trimestre.

Inoltre, prima della fine dell’anno arriverà anche la versione ibrida plug-in Grand Cherokee 4xe. Sfortunatamente, il dirigente non ha confermato se entrambi i modelli saranno MY 2021 o 2022.

Jeep Grand Cherokee 4xe prototipo foto spia

Sempre in autunno partirà la produzione di Jeep Wagoneer e Grand Wagoneer 2022. Parliamo di due grandi SUV di lusso a tre file che utilizzano una versione della piattaforma body-on-frame utilizzata per il pick-up Ram 1500. Entrambi i veicoli si posizionano al vertice della gamma della casa automobilistica statunitense e quindi al di sopra della Jeep Grand Cherokee.

Durante la conference call, Palmer ha dichiarato inoltre che uno dei lanci più interessanti effettuati nel primo trimestre è stato quello di Opel Mokka di nuova generazione in Europa. Il SUV è tornato sul mercato dopo essere uscito nel 2019.

Jeep Grand Cherokee L Limited

Il dirigente ha parlato anche l’impatto della carenza di semiconduttori nel settore automobilistico che ha portato a un calo della produzione di 190.000 unità (-11%) per Stellantis.

Richard Palmer ha detto che l’impatto è stato inferiore a quello di alcuni dei suoi concorrenti. Tuttavia, la carenza di chip avrà un impatto ancora maggiore sul gruppo nel secondo trimestre, anche se Palmer si aspetta un miglioramento nella seconda metà dell’anno.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI