in

Opel Astra F compie 30 anni: l’auto del brand più venduta fino ad ora

Il modello top di gamma era la versione GSi con potenza fino a 150 CV

Opel Astra F

Sono 30 anni da quando l’Opel Astra F ha fatto la sua prima apparizione mondiale nel 1991. Fu un momento di grandi cambiamenti per la casa automobilistica tedesca. A causa di incendi come l’uscita di petrolio dalla Exxon Valdez, le persone stanno diventando più consapevoli dell’impatto dell’umanità sull’ambiente. Perciò i produttori di auto devono bilanciare la necessità di minori emissioni e consumi di carburante con la crescente domanda di maggiore comfort.

La settima generazione del modello compatto di Opel incarnava totalmente questo spirito di cambiamento. L’Astra F ha acquisito non solo un nuovo nome ma anche una vasta gamma di sistemi di sicurezza di nuova concezione.

Opel Astra F
Opel Astra F

Opel Astra F: il marchio tedesco ha venduto circa 4,13 milioni di esemplari in sei anni

Rispetto al modello precedente, la vettura offriva molto più spazio interno su un ingombro esterno di dimensioni simili. Inoltre, i designer del marchio di Stellantis hanno posto grande enfasi sulla compatibilità ambientale, con il suo alto livello di riciclabilità che ha compiuto un passo significativo verso la chiusura del ciclo delle materie prime, in particolare dei sintetici. Gli acquirenti di auto sono stati fortemente impressionati da questi attributi.

Con Opel che ha prodotto circa 4,13 milioni di unità tra il 1991 e il 1997, l’Astra F è il modello più venduto del marchio fino ad ora. La gamma della Opel Astra F soddisfava tutti i gusti. I clienti potevano scegliere fra cinque motori a benzina e diesel. Mentre i propulsori a benzina 1.4, 1.6, 1.8 e 2 litri erano dotati di un convertitore catalitico a tre vie, il diesel da 1.7 litri presentava un catalizzatore ossidante di nuova concezione.

Le prime varianti consegnate alle concessionarie nell’ottobre del ‘91 furono la berlina a cinque porte, la station wagon a cinque porte Caravan e la sportiva Astra GSi. La top di gamma GSi era disponibile soltanto in versione a tre porte ed era equipaggiata con un motore da 2 litri con potenza di 115 e 150 CV, quest’ultimo con 16 valvole e alberi a camme in testa doppi.

Opel Astra F

La vettura proponeva un pacchetto di sicurezza completo per l’epoca

L’elevato standard del pacchetto di sicurezza dell’Astra F ha segnato un importante passo in avanti nella classe delle compatte. Il sistema di sicurezza di Opel comprendeva, tra gli altri, doppie barre d’acciaio nelle porte per la protezione degli urti laterali, rampe di supporto nei sedili per evitare di sottomettersi sotto la cintura di sicurezza e pretensionatori delle cinture di sicurezza anteriori che riducevano il movimento in avanti del corpo dell’occupante in caso di una grave collisione frontale.

La sicurezza passiva è ulteriormente aumentata nel 1994 quando Opel ha reso di serie gli airbag per guidatore e passeggero anteriore. Gli ingegneri del marchio tedesco hanno dotato l’Astra F di molto più spazio interno, posizionando il parabrezza 75 mm più avanti e aumentando lo spazio per la testa e le ginocchia fino a 50 mm. Nonostante la ritrovata spaziosità, l’Opel Astra F ha mantenuto l’elevata efficienza aerodinamica tipica di ogni Opel, con un coefficiente di resistenza aerodinamica fino a 0.30.

Gran parte del cruscotto, dei rivestimenti interni, dei sedili e della console centrale della vettura erano realizzati in polipropilene per il quale Opel aveva sviluppato un innovativo processo di riciclaggio ecocompatibile. L’Astra F è stata anche una piattaforma innovativa per sistemi di propulsione alternativi. L’Astra Impuls III 100% elettrica ha dimostrato la sua efficacia durante nei test su larga scala sull’isola plastica di Rügen. 10 prototipi hanno percorso un totale di 350.000 km tra il ‘93 e il ‘97.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento