in

La Formula 1 disputerà un Gran Premio a Miami a partire dal 2022

Il Circus approderà in Florida per disputare un Gran Premio di Formula 1 a partire dal prossimo anno, su un tracciato cittadino

GP Miami 2022

Le indiscrezioni che circolavano attorno all’introduzione di un secondo Gran Premio negli Stati Uniti da disputarsi a Miami trovano ora fondamento. La Formula 1 ha deciso di rilanciare aggiungendo un ulteriore appuntamento in calendario a partire dal 2022, da disputarsi proprio a Miami: una tappa fondamentale per Liberty Media, perlomeno per alimentare ragionamenti futuri sulla serie mondiale.

Già stamattina i social della Formula 1 avevano mutato i loro colori verso alcune sfumature più scure del solito che viravano verso un viola parecchio simile all’iconica serie statunitense Miami Vice. Un indizio che ha condotto qualche ora fa all’effettiva ufficialità dell’accordo tra l’organizzazione del GP di Miami che aveva già dato l’ok ad ospitare un Gran Premio e Liberty Media: la Florida avrà quindi il suo GP di Formula 1 a partire dall’anno prossimo.

L’appuntamento di Miami era risultato molto appetibile dal punto di vista di piloti come Lewis Hamilton e Daniel Ricciardo che in passato avevano espresso pareri positivi sulla possibilità di un approdo in Florida per la Formula 1. Di conseguenza il Circus tornerà proprio in Florida, dalla quale mancava dal lontano 1959 in accordo ora con un tracciato cittadino nei pressi del complesso che ospita l’Hard Rock Stadium a Miami Gardens. Il contratto stipulato tra Miami e Liberty Media risulterà valido per dieci anni, quindi per la collocazione del Gran Premio secondo quanto ammesso da Stefano Domenicali bisognerà attendere il secondo trimestre del 2020: “Annunciamo con entusiasmo che la Formula 1 correrà a Miami a partire dal 2022. Gli Stati Uniti sono per noi un mercato chiave e siamo molto incoraggiati dalla nostra crescente presenza negli Stati Uniti, che sarà ulteriormente supportata da questa entusiasmante seconda gara in Florida. Lavoreremo a stretto contatto con gli organizzatori dell’Hard Rock Stadium e con la FIA per garantire che il circuito offra gare emozionanti, ma che sia anche in grado di lasciare un contributo positivo e duraturo alle persone della comunità locale. Siamo grati ai nostri fan, ai funzionari eletti dei Miami Gardens e all’industria del turismo locale per la loro pazienza e il loro supporto durante tutto il lavoro. Non vediamo l’ora di portare la massima serie dell’automobilismo mondiale per la prima volta a Miami”, ha ammesso lo stesso Domenicali.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento