in

Fiat sospende per la seconda volta la produzione a Betim

Fiat ha annunciato che concederà 10 giorni di ferie a circa 1.900 dipendenti che lavorano a Betim

Stabilimento Betim 15 milioni trasmissioni prodotte

Fiat ha annunciato mercoledì 14 aprile in un comunicato ufficiale che concederà ferie collettive ai dipendenti dello stabilimento di Betim (MG) a causa della mancanza di componenti per la produzione dei veicoli. L’azienda ha annunciato che concederà 10 giorni di ferie a circa 1.900 dipendenti che lavorano nel secondo turno della catena di montaggio. La pausa inizierà lunedì prossimo, 19 e durerà fino al 29.

Fiat ha annunciato che concederà 10 giorni di ferie a circa 1.900 dipendenti che lavorano a Betim

La misura riguarda solo i lavoratori della produzione di veicoli e non interessa l’unità motore o l’ingegneria, che continuerà normalmente con le attività. Lo stabilimento di Betim produce tutti i modelli del marchio Fiat, ad eccezione del pick-up Toro, che viene prodotto a Goiana (PE).

Non è la prima volta che la fabbrica mineraria deve sospendere parte della sua catena di montaggio a causa di problemi di fornitura di parti: l’unità aveva interrotto il secondo turno a Betim per 10 giorni nel marzo di quest’anno. Tuttavia, è stata una delle poche fabbriche in Brasile che non è stata interessata dalle misure restrittive adottate a fine marzo e inizio aprile , che sono arrivate a paralizzare 30 unità di 14 case automobilistiche, secondo le informazioni di Anfavea.

Stellantis, proprietario del marchio Fiat, non è nemmeno l’unico che ha dovuto far fronte in Brasile alla mancanza di input, soprattutto semiconduttori, che vengono utilizzati nei microprocessori presenti in qualsiasi veicolo, che vanno dai motori e trasmissioni agli articoli di comfort. La carenza di semiconduttori è diventata un problema su scala globale, che ha preoccupato i vertici di tutte le case automobilistiche del mondo, che ancora non sanno quando dovrebbe finire la crisi. Alcuni esperti del settore automobilistico prevedono che questa carenza potrebbe protrarsi per anni.

“Per adeguare il ritmo di produzione alle attuali condizioni di volume e regolare fornitura di componenti, il Polo Automotivo Fiat a Betim, MG, concederà ferie di 10 giorni ai lavoratori del secondo turno di produzione, a partire da lunedì 19 aprile, con rientro previsto per il 29. Il provvedimento coinvolge circa 1.900 dipendenti. L’azienda resta in contatto e in trattativa con i propri fornitori per normalizzare i flussi di approvvigionamento ”.

Ti potrebbe interessare: Nuova Fiat 500 Elettrica verrà venduta in Brasile nella versione Icon

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento