in

Fiat valuta nuovamente la fermata della produzione a Betim

Fiat valuta di sospendere parte della sua produzione a Betim (MG), in questo caso a causa della mancanza di componenti

Fiat Logo
Fiat Logo

Una settimana dopo che le linee di montaggio della maggior parte delle case automobilistiche brasiliane si sono fermate a causa dell’aggravarsi della pandemia Covid-19, Fiat valuta di sospendere parte della sua produzione a Betim (MG), in questo caso a causa della mancanza di componenti, principalmente articoli elettronici.

Nonostante non sia stata influenzata dalle misure restrittive della scorsa settimana, la fabbrica mineraria aveva già parzialmente interrotto la sua produzione quest’anno, anche a causa dell’irregolarità nell’approvvigionamento degli input. Fiat aveva interrotto il secondo turno a Betim per 10 giorni nel marzo di quest’anno.

Il gruppo Stellantis, proprietario del marchio Fiat, ha confermato di aver già comunicato al sindacato metalmeccanico di Betim che sta valutando la possibilità di concedere ferie collettive a parte dei dipendenti nei prossimi giorni. La decisione non è stata ancora presa, ma come obbligo legale l’azienda deve informare preventivamente il sindacato di questo tipo di provvedimento. L’interruzione raggiungerebbe un solo turno di produzione a Betim, che produce tutti i veicoli del marchio Fiat, ad eccezione del pick-up Toro, che viene prodotto a Goiana (PE).

Ti potrebbe interessare: Nuovo Fiat Fiorino: l’ultimo prototipo avvistato sulle strade di Betim

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento