in

Fiat Chrysler Automobiles: il sostituto di Sergio Marchionne sarà una persona interna

Ai aggiunge un nuovo nome alla lista delle persone che potrebbero prendere il posto di Sergio Marchionne alla guida di Fiat Chrysler Automobiles

Fiat Chrysler Automobiles sostituto Sergio Marchionne

Il 1 giugno, in occasione dell’Investor Day di Balocco, Sergio Marchionne annuncerà il nuovo piano industriale che riguarda il suo gruppo Fiat Chrysler Automobiles. Questa sarà l’ultima grande responsabilità per l’attuale amministratore delegato. In più occasioni, Marchionne ha detto che a fine 2018 lascerà il ruolo di numero uno dell’azienda.

Addetti ai lavori hanno più volte ipotizzato su chi prenderà il posto del CEO, dunque non è ancora chiaro che sarà il sostituto. John Elkann, presidente di FCA, ha confermato, in una lettera agli azionisti, che il gruppo automobilistico italo-americano sta elaborando il suo piano che varrà fino al 2022 e che sarà presentato a Balocco da Marchionne e dagli altri responsabili.

Fiat Chrysler Automobiles sostituto Sergio Marchionne

Fiat Chrysler Automobiles: il successore di Marchionne sarà uno interno, secondo Elkann

Elkann spiega che la maggior parte di loro si trovano all’interno di Fiat Chrysler Automobiles fin dal 2004, quindi è fiducioso che uno di essi diventerà l’erede dell’attuale numero uno. Il presidente del gruppo italo-americano, inoltre, sostiene che in questo momento stanno lavorando intensamente con il consiglio d’amministrazione per far sì che la transizione abbia successo e che il duro lavoro fatto negli ultimi 15 anni non venga sprecato.

Secondo la stampa, i nomi più gettonati sono Alfredo Altavilla (attuale responsabile EMA) e Richard Palmer (responsabile finanziario). Tuttavia, nelle ultime ore si è aggiunto un nuovo nome tra coloro i quali potrebbero prendere il posto di Sergio Marchionne alla guida di Fiat Chrysler Automobiles: si tratta di Pietro Gorlier, attuale numero uno di Mopar e Magneti Marelli.

Il dirigente torinese, che ha conseguito un master in economia presso l’Università di Torino, è entrato in Fiat Chrysler Automobiles nel 1989. Oltre a questi 3 nomi, ci sono Reid Bigland, ex numero uno di Alfa Romeo e Maserati, e Mike Manley, numero uno di Jeep.

Lascia un commento