in

A Melbourne si guadagneranno 5 secondi sul giro grazie alle modifiche ad alcune curve del tracciato

L’impianto che ospita il Gran Premio d’Australia è protagonista di un interessante restyling che dovrebbe aumentare lo spettacolo

GP Australia

È stato quantificato in cinque secondi sul giro guadagnati l’apporto, decisamente considerevole, del nuovo tracciato di Melbourne. Ad ammettere il consistente guadagno relativo ai tempi sul giro è stata la stessa organizzazione del Gran Premio d’Australia di Formula 1.

Ad oggi infatti l’iconico tracciato di Melbourne sta subendo una consistente opera di ristrutturazione che prevede un set di modifiche che dovrebbero risultare utili ad aumentare lo spettacolo in pista, e quindi i sorpassi, in vista del prossimo appuntamento iridato che quest’anno è stato collocato a novembre e non più ad inizio stagione come accadeva in precedenza. La principale variazione sarà quella in Curva 9 e 10 con il brusco cambio di direzione verso destra che viene ora sostituito da una curva veloce su Lakeside Drive. Tuttavia subiranno delle piccole modifiche anche altre aree del tracciato in modo da introdurre spazi maggiori da destinare alle lotte in gara.

Ecco cosa cambia

A svelare punto per punto i cambiamenti praticati è l’Australian Grand Prix Corporation che ha indicato anche quelle che sono secondo loro le aspettative che ci riserverà il nuovo layout. Nello specifico subirà un allargamento di due metri e mezzo a destra la Curva 1, si allarga di 4 metri invece Curva 3 che ora prevede un angolo di curvatura differente. Anche la Curva 6 prevede un ampliamento di 7 metri e mezzo sulla destra andando a diventare un vero e proprio curvone veloce: la velocità minima crescerà infatti di circa 70 chilometri orari, fino a toccare i 219 km/h.

GP Australia

Grazie alle modifiche in Curva 9 e 10 dovrebbe essere aggiunta anche una quarta zona DRS sul Lakeside Drive mentre la Curva 13 diviene più lenta e stretta in accordo con una leggera estensione in ingresso e un angolo di sterzo allargato. Tuttavia quest’ultima prevede un ulteriore allargamento di 3 metri. Infine un altro allargamento è previsto in Curva 15, modifica che dovrebbe prevedere una revisione sulle traiettorie. Le curve, che ora diventano 14, porteranno in dote anche una nuova numerazione: le Curve 11 e 12 diventeranno infatti 9 e 10 e così a seguire.

GP Australia

In definitiva i tempi sul giro dovrebbero scendere di circa 5 secondi con un tempo ideale stimato in circa 1’15”8, di conseguenza aumenterà anche la media velocistica fissata in circa 15 km/h in più rispetto al passato con punte di velocità massima pari a circa 330 km/h raggiungibili in Curva 11. Anche la pit lane ha subito un allargamento di ulteriori due metri mentre per un completo rifacimento bisognerà attendere i mesi tra la fine di questa stagione e l’avvio della stagione 2022. Tra i piloti che sono stati consultati per approvare le modifiche al tracciato c’è Daniel Ricciardo. L’australiano della McLaren ha ammesso che “allargare alcune parti e creare diversi rettilinei in certi punti per consentire l’opportunità di sfruttare la scia era la priorità e sono convinto che sarà un aspetto positivo. Ogni circuito cittadino è impegnativo, ma l’Albert Park è piuttosto veloce, quindi lo sarà ancor di più. Ci sono un sacco di curve da quarta e quinta marcia ed è piuttosto stretto in certe parti. È sempre stato un posto difficile per sorpassare a causa delle velocità e delle curve strette. Creando più spazio e cambiando gli angoli di piega, avremo più possibilità di superare modificando le traiettorie in ingresso e uscita. Con le monoposto 2021, i cambiamenti dovrebbero aiutare molto. Dal 2022, stando ai nuovi regolamenti, una pista come l’Albert Park con queste modifiche dovrebbe regalare ancor più spettacolo, almeno sulla carta”.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI