in

Ecco come Stellantis affronterà il suo futuro elettrico

Stellantis, sta correndo per assecondare la transizione a emissioni zero del settore ed evitare di diventare un dinosauro transatlantico

Stellantis
Stellantis

Stellantis, sta correndo per assecondare la transizione a emissioni zero del settore ed evitare di diventare un dinosauro transatlantico. A più di due mesi dalla fusione tra Fiat Chrysler Automobiles e la rivale francese Groupe PSA, è ancora in fase di sviluppo una nuova strategia. Ciò che è chiaro ora è che PSA offre una strategia di supply chain integrata verticalmente competitiva con altre case automobilistiche.

E FCA offre la sua partnership con Waymo LLC, azienda di tecnologia a guida autonoma della società madre di Google Alphabet Inc., ampiamente considerata un leader nel settore della guida autonoma.

“In una certa misura, PSA stava arrivando con molte cose buone, buone risorse in termini di riduzione delle emissioni di CO2 e FCA stava arrivando con grandi cose in termini di veicoli autonomi”, ha detto il CEO di Stellantis Carlos Tavares durante una chiamata sugli utili all’inizio di questo mese. “E ora tutto questo fa parte del patrimonio di cui la famiglia può godere”.

Per navigare nella transizione all’era dei veicoli elettrici e, in seguito, ai veicoli a guida autonoma, le case automobilistiche tradizionali come Stellantis e le sue rivali stanno adattando il concetto. Concorrenti come General Motors Co. mirano a vendere solo veicoli elettrici entro il 2035, mentre altre case automobilistiche come le operazioni europee di Ford Motor Co., la svedese Volvo Cars Ltd., la britannica Jaguars Cars Ltd. e altre hanno fissato le scadenze per una formazione completamente elettrica.

Stellantis deve ancora dare ai suoi motori a combustione interna una data di scadenza per i suoi 14 marchi. Ma Tavares dice che la società sta andando “a tutto gas” sui veicoli elettrici completi poiché sempre più governi vietano i veicoli alimentati a gas e diesel, compresi gli ibridi. Stellantis avrà 39 modelli elettrificati in vendita entro la fine dell’anno.

La nuova casa automobilistica è il secondo più grande venditore di veicoli elettrici quest’anno in Europa dietro Volkswagen AG con una quota di mercato del 17,7%, secondo la società di ricerche di mercato Guidehouse Insights.

PSA offre due piattaforme dedicate ai veicoli elettrici – eVMP ed eCMP – da utilizzare in tutto il mondo, probabilmente estendendosi alle piccole auto Fiat e alle Jeep di piccole dimensioni. Ha anche tre importanti joint venture per la produzione di motori elettrici, trasmissioni per ibridi leggeri e plug-in e celle di batteria. Questa capacità, afferma Tavares, consente all’azienda di controllare i costi, la qualità e le prestazioni dell’ingegneria e della produzione dei principali componenti.

“Pochi altri OEM hanno tutto questo in atto, in un contrasto di 180 gradi con le opinioni di alcuni investitori”, ha scritto l’analista di Morgan Stanley Harald Hendrikse in un rapporto all’inizio di questo mese.

L’anno scorso PSA ha annunciato la Automotive Cells Co. con la società francese di gas e petrolio Total SE e il suo produttore di batterie Saft Groupe SA. Lo sviluppo delle batterie agli ioni di litio è in corso in Francia e la produzione dovrebbe iniziare entro la fine del 2023. Non è chiaro se la collaborazione possa estendersi al mercato nordamericano.

PSA nel 2018 ha anche costituito una joint venture con Nidec Corp., con sede in Giappone, per costruire motori elettrici nel suo stabilimento di motori di Trémery in Francia con l’aspettativa di produrre centinaia di migliaia di componenti. La produzione dovrebbe iniziare entro la fine del prossimo anno.

L’azienda ha due joint venture con la belga Punch Powertrain NV per la produzione delle sue trasmissioni elettrificate per Stellantis e altre case automobilistiche presso lo stabilimento di Stellantis a Metz, in Francia, per gli ibridi di prossima generazione. La produzione dovrebbe iniziare all’inizio del 2023.

Per quanto riguarda i progressi dell’elettrificazione, Tavares punta al lavoro che FCA ha investito con Archer Aviation Inc., una startup di aeromobili elettrici di decollo e atterraggio verticale. La casa automobilistica ha prestato la sua catena di fornitura, il design e il know-how ingegneristico per aiutare il produttore a lanciare la produzione nel 2023.

Ma Tavares vede un significato importante nella partnership che contribuisce allo sviluppo di batterie leggere e a ricarica rapida e migliori sistemi di gestione dell’energia. Anche questo può aiutare lo sviluppo di veicoli elettrici.

Ti potrebbe interessare: Carlos Tavares: ‘La mancanza di parti andrà avanti per mesi’

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI