in

Stellantis: dal Brasile ottime notizie

Le vendite di veicoli accumulate nel 2021 mostrano il potere che Stellantis ha iniziato ad esercitare sul mercato brasiliano nei suoi primi due mesi di esistenza

Stellantis
Stellantis

Le vendite di veicoli accumulate nel 2021 mostrano il potere che Stellantis ha iniziato ad esercitare sul mercato brasiliano nei suoi primi due mesi di esistenza. I dati dal 1 ° gennaio alla fine della prima metà di marzo collocano la casa automobilistica in grande vantaggio rispetto ai concorrenti e suggeriscono uno scenario che non si vedeva da tempo, con un’azienda che detiene quasi un terzo del mercato.

Dei 408mila veicoli venduti nel Paese in questo periodo, Fiat, Jeep, Peugeot, Citroën e Ram hanno totalizzato oltre 119mila immatricolazioni, una quota del 29,2%. Il vantaggio in numeri assoluti su Volkswagen, la seconda casa automobilistica che ha venduto più automobili e veicoli commerciali leggeri nazionali e importati – 69.100 unità, pari al 16,9% -, è già di ben 50mila veicoli. E 55mila unità per Chevrolet, al terzo posto, che ha raggiunto 64.100 immatricolazioni, il 15,7%.

Anche considerando le vendite dell’Audi, anch’essa appartenente al Gruppo Volkswagen, la differenza cambia di poco, scende a 48.700 veicoli. Solo la Fiat, con 85.200 consegne, soppianta facilmente la somma del duo Volkswagen-Audi.

Dei 30 marchi più venduti in Brasile, solo 5 hanno registrato una crescita sul cumulato del 2021, il cui mercato è calato in media del 16,5%. E quattro di loro sono di Stellantis. Insieme a Fiat, cresciuta del 22%, Jeep (+ 14,3%), Peugeot (+ 2,5%) e Ram (+ 18,3%), solo Chevy (+ 2,5%) non integra il portafoglio Stellantis. Citroën, con un calo significativo del 53,2%, è l’unica nota negativa dell’azienda.

La classifica dei modelli più venduti rafforza il modo in cui hanno soffiato i buoni venti di Stellantis in questo primo trimestre. Considerando le prime 50 auto e veicoli commerciali leggeri, solo 16 hanno numeri superiori rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Esattamente la metà appartiene ai marchi del gruppo nati dalla fusione globale di FCA con PSA, consolidata a gennaio.

Con 24.100 consegne, il 70% in più rispetto allo stesso periodo del 2020, il pick-up Fiat Strada sta già minacciando la leadership di Chevrolet Onix come veicolo più venduto in Brasile. E il modello realizzato dalla General Motors aveva 25.700 immatricolazioni fino al 15 marzo, un forte calo di quasi il 42%.

Cinque sono i modelli del gruppo tra i 10 veicoli più venduti. Oltre al pick-up, e la Fiat Mobi, con 14.500 unità (+ 24,6%), Toro, 14.100 immatricolazioni e un aumento del 12%, e Argo, con 13mila, l’unico con un decremento di 6,4 %. C’è anche la Jeep Renegade, con 15.700 unità e una crescita del 21%. Anche la veterana Uno, già al 12 ° posto, con 6.800 unità, ha fatto un balzo del 133% nel confronto annuale.

 

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento