in

Stellantis: il titolo schizza in borsa dopo la pubblicazione dei risultati del 2020

Stellantis firma uno degli aumenti più forti del CAC 40, con un guadagno del 2,72% a 14,26 euro, sulla scia dei risultati 2020 e delle prospettive favorevoli

Stellantis firma uno degli aumenti più forti del CAC 40, con un guadagno del 2,72% a 14,26 euro, sulla scia dei risultati 2020 e delle prospettive favorevoli. La casa automobilistica, nata dalla fusione tra la francese PSA e l’italo-americana Fiat Chrysler Automobiles (FCA), punta al 2021 un margine operativo attuale compreso tra il 5,5% e il 7,5%. Un obiettivo che si basa sull’assenza di ogni nuovo contenimento significativo legato alla pandemia Covid-19.

Quest’anno, il gruppo guidato da Carlos Tavares prevede che il mercato automobilistico crescerà dell’8% in Nord America, del 30% in Sud America, del 10% in Europa, del 3% in Medio Oriente e Africa, del 3% in India e Asia Pacifico e 5 % in Cina. “Stellantis è partito alla grande ed è completamente concentrato sul raggiungimento di tutte le sinergie annunciate”, ha affermato Carlos Tavares, CEO di Stellantis.

Questa fusione dovrebbe consentire di generare sinergie annuali ricorrenti superiori a 5 miliardi di euro, senza chiusure di stabilimenti o licenziamenti. Geograficamente, Stellantis beneficerà della forte presenza di FCA nel continente americano e di PSA in Europa. L’alleanza dei due costruttori dovrebbe consentire anche di finanziare i pesanti investimenti destinati al passaggio alla mobilità elettrica.

L’outlook di Stellantis per il 2021 è stato svelato in occasione dei risultati 2020 di PSA e FCA. Poiché il matrimonio si è svolto nel gennaio 2021, i due produttori stanno rilasciando i risultati del 2020 separatamente.

Lo scorso anno, in un contesto segnato dalla crisi del Covid-19, PSA ha realizzato un fatturato di 60,73 miliardi di euro (-18,7% rispetto al 2019), un margine operativo rettificato nel ramo automobilistico del 7,1% (rispetto all’8,5% del 2019) e un utile netto (quota di gruppo) di 2,17 miliardi di euro (-32,1%). In termini di volumi, PSA ha venduto 2,51 milioni di veicoli nel 2020 (-27,8% su un anno).

Da parte sua, FCA ha pubblicato un fatturato di 86,67 miliardi di euro (-20%), un margine EBIT adjusted del 4,3% (-190 punti base) e un utile netto (delle operazioni continue) di 24 milioni di euro (rispetto a 2,7 miliardi di euro nel 2019). Allo stesso tempo, FCA ha venduto 3,43 milioni di veicoli nel 2020 (-22% su un anno).

Se uniamo questi dati, nel 2020 Stellantis ha pesato 147 miliardi di euro di vendite e quasi 6 milioni di veicoli venduti.

“Questi risultati dimostrano la forza finanziaria di Stellantis, che riunisce due società forti e sane”, ha commentato Carlos Tavares.

Infine, in conformità a quanto previsto dall’accordo di fusione, il Consiglio di Amministrazione propone un’eccezionale distribuzione in contanti di 0,32 euro per azione ordinaria, che rappresenta un importo di distribuzione complessivo di circa 1 miliardo di euro.

Ti potrebbe interessare: Stellantis: ottimo risultato in Messico a febbraio grazie a Jeep e Peugeot

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento