in

Stellantis annuncia un Bonus per i dipendenti di PSA in Francia

Stellantis ha annunciato il pagamento ai dipendenti dell’ex gruppo PSA di un bonus minimo di partecipazione agli utili di € 3.000 lordi per dipendente

fca psa stellantis

Sulla scia del comunicato di presentazione dei risultati finanziari, Stellantis ha annunciato il pagamento ai dipendenti dell’ex gruppo PSA di un bonus minimo di partecipazione agli utili di € 3.000 lordi per dipendente (€ 3.205 in media), ovvero una busta di 430 milioni di euro.

Stellantis annuncia il pagamento ai dipendenti dell’ex gruppo PSA di un bonus minimo di partecipazione agli utili

Questo bonus riguarda un numero di dipendenti “nell’ordine di 50.000 persone”, ha spiegato Carlos Tavares, amministratore delegato di Stellantis su France Info. “Voglio ribadire a loro tutta la mia gratitudine, tutta la mia ammirazione, voglio dire loro che si sono comportati in modo ammirevole”, ha dichiarato il numero uno del nuovo gruppo automobilistico.

In un anno passato segnato dalla crisi del Covid-19, PSA ha mantenuto una forte redditività generando un margine operativo corrente per la sua divisione automobilistica al 7,1%, ovvero una quota di gruppo di utile netto di 2,17 miliardi di euro per un fatturato di 60 miliardi di euro, in calo del 18,7 %. PSA ha venduto 2,5 milioni di veicoli nel 2020, il 27,8% in meno rispetto al 2019.  Da parte sua, con un fatturato di 86 miliardi di euro (-20%), Fiat Chrysler Automobiles resta di poco in vantaggio con un risultato di pareggio.

Ti potrebbe interessare: Stellantis: licenziamenti, cassa integrazione, cali di produzione, iniziano i problemi di FCA-PSA

Carlos Tavares
Carlos Tavares annuncia un bonus di 3 mila euro lordi a dipendente per tutti i dipendenti dell’ex gruppo PSA in Francia

Ti potrebbe interessare: Carlos Tavares rincuora i sindacati dopo la visita a Mirafiori e Grugliasco

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento