in

Frederic Vasseur ancora scettico sulla power unit Ferrari

Il team principal dell’Alfa Romeo Racing appare ancora piuttosto scettico in riferimento alla nuova power unit del Cavallino Rampante

Alfa Romeo Racing C41

Il 2021 dell’Alfa Romeo Racing rappresenterà l’anno delle grandi aspettative per il team italo elvetico gestito da Frederic Vasseur. Tuttavia l’incognita derivante dalla power unit Ferrari appare ancora imperante dopo le batoste patite lo scorso anno; ancora oggi nulla si sa in relazione a quelle che potrebbero essere le performance effettivamente esprimibili dalla nuova unità del Cavallino Rampante e in casa Alfa Romeo cominciano a sorgere dubbi e forse qualche ovvia diffidenza.

È ovvio quindi che la questione diviene principale anche in casa Alfa Romeo Racing, dove ci si attende tanto o quantomeno il giusto per ben figurare dopo che nel 2020 l’ottavo posto in classifica è stato messo in pratica con uno sgravio di punti rispetto al 2019, non indifferente.

Vasseur pone qualche interrogativo

L’attesa per i test pre stagionali del Bahrain è tanta. Il Mondiale di Formula 1 comincerà quindi il 28 di marzo. Sebbene le dichiarazioni più volte espresse da Mattia Binotto hanno indicato nella nuova power unit del Cavallino Rampante ottimi miglioramenti rispetto allo scorso anno, non mancano le perplessità visto che i competitor non stanno di certo a guardare e il gap da restringere potrebbe non risultare così semplice da modificare.

Frederic Vasseur

È così che Frederic Vasseur, team principal dell’Alfa Romeo Racing, ha espresso un moderato pessimismo sulla questione: “nel mondiale passato avevamo troppi pochi cavalli e questa è stata la ragione principale del nostro ritardo. Ma non credo che la Ferrari possa chiudere il gap in soli 12 mesi. Gli sviluppi del telaio possono essere implementati rapidamente, ma il ciclo degli upgrade del motore è molto più lungo”, ha ammesso alla rivista francese Auto Hebdo Frederic Vasseur. Lo stesso Vasseur ha poi aggiunto che il team si sta comunque concentrando sulla monoposto del 2022, ovvero quella del grande cambiamento regolamentare che investirà fa Formula 1, ammettendo che “ogni settimana in cui possiamo lavorare sulla prossima macchina ha un grande impatto sulle prestazioni previste, mentre una settimana di lavoro sulla C41 farebbe solo poca differenza. In ogni caso, abbiamo fatto tanti progressi nella scorsa stagione per cui spero che si possa continuare su questa strada”.

Tuttavia appare meno pessimista Antonio Giovinazzi che alla TV tedesca RTL aveva ammesso qualche giorno fa: “a Maranello sono fiduciosi. Non sappiamo quanto guadagneremo, soprattutto perché non sappiamo quanto sono migliorati gli altri. La cosa buona è che alla Ferrari c’è un’atmosfera positiva, soprattutto per la power unit”, facendo presagire ottimi riscontri derivanti dalla nuova power unit.

Alcune aree potrebbero fornire buoni risultati

Chiaramente però il ritorno sui tracciati di mezzo mondo fornisce a Vasseur la possibilità di ben sperare sulla stagione che ormai sta per cominciare. Alcune aree della nuova Alfa Romeo Racing C41 potrebbero infatti introdurre sensibili miglioramenti generali, ad ammetterlo è lo stesso team principal.

I regolamenti in vigore durante questa stagione consentono infatti ai team di spendere fino ad un massimo di due gettoni su specifici componenti di sviluppo principali, con il resto del telaio congelato rispetto allo scorso anno. Nonostante ciò, i team possono anche apportare modifiche aerodinamiche e ricevere chiaramente power unit aggiornate. Frederic Vasseur ha ammesso che ci sono sviluppi specifici di cui l’Alfa Romeo è entusiasta in riferimento alla nuova C41.

Alfa Romeo Racing C41

“Abbiamo grandi aspettative su alcune aree della vettura e sappiamo che faremo un bel passo avanti. Ora, prima del primo giorno di test non puoi sapere esattamente dove ti trovi ed è sempre la stessa storia: tutti sono convinti in questa fase della stagione che ogni singola squadra farà un buon lavoro e i risultati migliori, ma alla fine del giorno un solo pilota e una sola squadra vinceranno il campionato. Ma abbiamo grandi aspettative e vedremo cosa accadrà”.

Nel frattempo domani l’Alfa Romeo Racing scenderà in pista a Barcellona con la nuova C41 per mettere in pratica il suo filming day. A far debuttare la monoposto destinata al Mondiale di Formula 1 2021 sarà Robert Kubica: una scelta dettata dall’importanza che riveste all’interno della struttura societaria lo sponsor polacco PKN Orlen.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI