in ,

Classifica Costruttori 2020: Toyota supera Volkswagen

Testa a testa per la leadership nel numero di auto prodotte

fabbrica auto

Classifica Costruttori 2020: Toyota supera Volkswagen. Testa a testa per la leadership nel numero di auto prodotte. Nuovo sorpasso al vertice fra i maggiori produttori automobilistici al mondo: i nipponini riconquistano il primo posto in termini di vendite, dopo 5 anni.

Classifica Costruttori 2020: i dati

Toyota ha chiuso il 2020 a 9,528 milioni di veicoli, l’11,3% in meno rispetto all’anno precedente. Ma più di VW: per un flessione del 15,2%, si sono fermati a 9,305 milioni. Ci sarebbe la vecchia polemica delle auto coi veicoli industriali: chi vince considerando solo le auto?

La classifica non cambia se dai dati vengono eliminati le vendite dei veicoli industriali. Il gruppo Toyota, senza la controllata Hino Motors, ha venduto 9.386.145 vetture. Wolfsburg, al netto del contributo della Man e della Scania, è arrivato a 9.115.200.

Hit parade Case auto: fattore pandemia

Certo che il Covid ha pesato, eccome. L’azienda giapponese guidata da Akio Toyoda è riuscita a fare meglio della sua rivale tedesca nel contenere gli effetti nefasti della pandemia di coronavirus. Ci sono stati minori danni prodotti dall’emergenza sanitaria in Giappone e nell’Asia orientale rispetto all’Europa occidentale. Qui, il Gruppo Volkswagen ha la leadership di mercato, ma ha anche perso oltre un quinto dei volumi. Tant’è che la Cina, la prima nazione colpita dal corona in ordine di tempo (a quanto se ne sappia), è stata l’unica tra le maggiori economie al mondo a chiudere il 2020 con una crescita del prodotto interno lordo: le previsioni parlano di boom 2021 anche per l’auto.

Comunque, VW è agguerritissima. In Europa, per esempio, piazza a dicembre la Golf prima e, risultato straordinario, la ID.3 elettrica pura seconda assoluta.La lotta è fra queste due regine. Dietro, staccatissima, l’Alleanza franco-nipponica composta da Renault più Nissan più Mitsubishi, ferma a 7,8 milioni di veicoli venduti e in forte calo rispetto ai 10,16 milioni del 2019. Ma va detto che ci sono stati eventi pesanti per la triade: vedi Ghosn, con lo scandalo (e le accuse gravissime da provare). Ora il Gruppo Renault, per iniziare, è in mano a De Meo: punta sulla qualità, più che sui volumi nel mondo.

In quanto a Stellantis, la partita del 2020 è aperta. Nel 2019, unendo FCA con PSA, si ha il quarto Costruttore mondiale come numero di vendite. Nel 2020, si deve vedere dove si piazzerà, con il Covid che ha sconvolto i mercati.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento