in

Auto come batterie su ruote per l’equilibrio della rete

L’obiettivo “emissioni zero nette” al 2050 dell’Ue spinge verso l’aumento massivo di produzione da rinnovabili

vehicle-to-grit-charging-2100x1200

Auto come batterie su ruote per l’equilibrio della rete. I mezzi elettrici sono l’unico modo per utilizzare in maniera efficiente l’energia proveniente dalle fonti rinnovabili, spiega Motus-E. A oggi, il 70% dell’energia elettrica immessa in un veicolo a batteria si trasforma in lavoro utile. Un risultato irraggiungibile dalle altre tecnologie di trazione. L’obiettivo “emissioni zero nette” al 2050 dell’Ue spinge verso l’aumento massivo di produzione da rinnovabili.

Auto come batterie su ruote per l’equilibrio della rete: fornitori

Per questo è possibile pensare ai veicoli elettrici come fondamentali fornitori di flessibilità alle reti elettriche. Tutto questo richiede investimenti.

Lo smart charging: ricaricare negli orari consoni a prezzi più bassi o diminuire la potenza di ricarica su richiesta dei gestori di rete.

Il V2G: consentirà la cessione di energia dai veicoli alla rete. Si dà equilibrio e stabilità, nei modi e nei tempi giusti: in parte la rete fornisce energia alla vettura elettrica; in parte, in altri orari, l’auto restituisce energia.

Senza investimenti: solo limitazioni per le elettriche

Ma ci sono anche misure che non prevedono investimenti, evidenzia Motus-E. Lo Stato e gli enti locali allora hanno l’importante compito innanzitutto di uniformare in una roadmap nazionale i divieti di circolazione dei mezzi a combustione interna nelle città.

Si parte dai veicoli più vecchi e inquinanti e progressivamente riducendo il limite massimo di emissioni, soprattutto di inquinanti locali (nanoparticelle, NOx, PM10, PM 2,5).

In secondo luogo a livello nazionale, come già annunciato o deciso da numerosi Stati, da poco annunciato da California e Gran Bretagna (2035 e 2030 rispettivamente), si dovrebbe stabilire una data in cui si termini la vendita dei veicoli endotermici nel Paese.

Insomma, maggiore sarà la rapidità con cui si sancisce questo termine, più facile sarà per le industrie pianificare gli investimenti di riconversione e per imprese e cittadini decidere quali mezzi acquistare, spiega Motus-E.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento