in

Continental: gli statunitensi preferiscono l’indipendenza alla guida

L’88% degli statunitensi intervistati preferisce avere una propria auto da guidare

Continental statunitensi preferiscono indipendenza alla guida

L’ultimo studio sulla mobilità fatto da Continental conferma che possedere un’auto è il mezzo di trasporto più importante per i residenti degli Stati Uniti. La sesta edizione dello studio della società rivela che la maggior parte degli intervistati statunitensi sono conducenti tradizionali, ossia preferiscono essere al volante e quindi avere il controllo dell’auto. Sebbene i guidatori chiedano di avere la tecnologia più recente nei loro veicoli, la maggior parte degli intervistati ha ancora qualche dubbio sulla guida completamente autonoma.

Robert Lee, presidente di Continental North America, ha detto: “Anche se i risultati dello studio sulla mobilità non sono necessariamente nuovi, l’atteggiamento verso il possesso di auto private si è apparentemente rafforzato in risposta alla pandemia in corso. In effetti, c’è stata una chiara tendenza internazionale verso il trasporto privato. Sebbene sia sempre più diffuso in tutto il mondo, gli Stati Uniti hanno una particolare affinità per la guida tradizionale“.

Continental: l’auto è il mezzo di trasporto più importante per gli statunitensi

Lo studio ha esaminato i conducenti residenti e non di Stati Uniti, Germania, Francia, Giappone e Cina. Degli intervistati statunitensi, al 77% piace stare al posto di guida quando ci si trova in un veicolo. Anche possedere una vettura è particolarmente importante negli USA, con l’88% degli intervistati che afferma di preferire avere una propria auto da guidare.

Lee ha continuato dicendo: “La guida tradizionale non significa che i conducenti non vogliano la tecnologia nei loro veicoli. In realtà vediamo che molti conducenti vogliono avere una nuova tecnologia in auto e semplicemente non vogliono cedere il controllo del loro veicolo ad essa. Molte persone semplicemente non sono ancora pronte per la guida completamente autonoma. Tuttavia, un approccio basato su elementi costitutivi può aiutarli ad arrivarci, consentendo ai conducenti di familiarizzare con i sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS) e sperimentarne il potenziale di salvataggio delle veite“.

Il numero di scettici, i quali ritengono che la guida autonoma non funzionerà mai correttamente, si è notevolmente ridotto, dal 75% del 2018 al 52% nel 2020. Il 46% degli intervistati statunitensi sostiene di preferire la tecnologia più recente nel veicolo mentre il 32% attende con impazienza le caratteristiche di guida autonoma, un leggero aumento rispetto al 2018. Tuttavia, la convinzione degli intervistati, che la guida autonoma possa aiutare a prevenire gli incidenti, continua ad oscillare attorno al 50%.

L’azienda tedesca spiega ormai da diverso tempo i vantaggi della tecnologia avanzata presente nei veicoli

Siamo incoraggiati a vedere un forte calo di coloro che sono preoccupati per l’affidabilità della guida autonoma. La maggior parte dei conducenti vede sempre più i vantaggi dei sistemi di sicurezza come ADAS. Tuttavia, negli Stati Uniti sono ancora lenti ad accettare l’idea di un sistema completamente autonomo. Crediamo che ci siano molte ragioni per questo. Uno dei fattori principali è la mancanza di comprensione di come funzionano gli ADAS o la tecnologia autonoma, che può portare a confusione sui vantaggi e sui limiti di tali funzionalità. Ci impegniamo ad aiutare ad affrontare questo problema“, ha aggiunto Robert Lee.

Continental si impegna ormai da diverso tempo ad informare il pubblico sui vantaggi della tecnologia avanzata per la sicurezza dei veicoli. È proprio questo che ha portato alla creazione dell’iniziativa #SafelyThere, progettata per aiutare le persone a comprendere meglio le caratteristiche dei sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS) che si trovano sui veicoli più moderni. Uno dei maggiori pro della guida autonoma e assistita è proprio la riduzione degli incidenti stradali.

Oggi, le scelte fatte al volante rappresentano il 94% di tutti gli incidenti stradali. I veicoli autonomi hanno le capacità di cancellare l’errore umano, aiutando a proteggere tutti gli utenti della strada. Inoltre, secondo uno studio condotto dalla AAA Foundation, l’utilizzo su larga scala degli ADAS esistenti potrebbe potenzialmente prevenire il 29% dei decessi e circa il 40% di tutti gli incidenti di veicoli.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento