in

Mattia Binotto punta ad un 2021 da terzo posto nel Mondiale di Formula 1

Il team principal della Scuderia ha fornito alcuni obiettivi minimi che la Ferrari deve porsi per il 2021: il terzo posto rimane uno standard

Mattia Binotto

Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, ha ammesso che il terzo posto nel campionato costruttori è il minimo a cui il team dovrebbe mirare durante la stagione 2021 di Formula 1 che ancora non ha complete certezze sulla data di avvio.

La scorsa stagione la Scuderia, che è pur sempre la squadra di maggior successo della Formula 1, ha lottato per il sesto posto, formalizzando la peggiore posizione finale in classifica da 40 anni a questa parte. È lecito quindi che le aspettative di Binotto siano quelle legate ad una effettiva veloce ripresa: “questa squadra è stata in grado di finire seconda negli ultimi cinque anni tranne una volta in terza piazza”, ha detto. “Quindi penso che il terzo posto non sia del tutto impossibile e penso che dovrebbe essere almeno il nostro obiettivo minimo per la prossima stagione”.

I token di sviluppo potrebbero fornire vantaggi ad altri team

In ogni caso, Mattia Binotto ha sottolineato che le restrizioni allo sviluppo sulle monoposto per la nuova stagione potrebbero fornire un vantaggio ai rivali. Come misura di risparmio sui costi, ai team è stato infatti assegnato un numero limitato di “gettoni” che possono utilizzare per apportare aggiornamenti al telaio per la stagione 2021. Tuttavia tutti i team che si riforniscono di parti da altri, come Aston Martin da Mercedes e AlphaTauri da Red Bull, possono eseguire l’aggiornamento alle parti sulle specifiche 2020 senza spendere questi token.

Binotto ha descritto il sistema dei token come una “limitazione al nostro sviluppo” per la stagione 2021. “Abbiamo solo due gettoni da giocare, cercando di affrontare e modificare i punti deboli di quest’anno. Ci sono squadre che al momento non sono limitate dai token perché ne possiedono alcuni gratuiti: Racing Point o AlphaTauri per esempio. Quindi quelle squadre avranno un vantaggio competitivo rispetto a noi e rispetto alle altre squadre in termini di sviluppo. di cui dobbiamo essere pienamente consapevoli”.

La McLaren, che è arrivata terza la scorsa stagione, non ha lo stesso vantaggio, ma passerà dai propulsori Renault ai V6 di Mercedes.

“Altre squadre cambieranno motore e potrebbero avere un aggiornamento in termini di potenza di cui, ancora una volta, dobbiamo essere consapevoli”, ha riconosciuto Binotto. “Quindi i concorrenti saranno, ancora una volta, molto forti il ​​prossimo anno. Ma come ho detto, credo che qui a Maranello abbiamo una squadra forte e ho piena fiducia in tutti i ragazzi e credo che faremo un lavoro migliore rispetto a quello che abbiamo fatto oggi”.

Finire terzo sarà un “obiettivo difficile” per la Ferrari, ha detto Binotto. “Ma comunque, credo che almeno come squadra, come obiettivo minimo, dovremmo cercare di raggiungerlo”.

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI