in

Formula 1: il Coronavirus creerà ancora qualche problema alla stagione 2021

Sono diversi i problemi che la Formula 1 sta già affrontando: i test pre stagionali potranno essere spostati mentre ci sono problemi in Australia e Cina

Vettel

Le alte aspettative che gravitavano attorno al calendario iridato di Formula 1 per il 2021 sembrano rivivere le medesime visioni già poste in essere durante la stagione 2020. I primi mesi che caratterizzeranno il nuovo calendario di Formula 1 2021 sembrano quindi più difficili del previsto. Si è cominciato infatti con l’indiscrezione relativa al Gran Premio d’Australia che con molta probabilità dovrà essere spostato a metà o a fine stagione.

Ora pare che i test pre stagionali, in programma all’inizio presso il solito tracciato del Montmelò nei pressi di Barcellona, potrebbero essere spostati presso il tracciato del Bahrain. A queste due possibili situazioni si aggiunge l’ultima indiscrezione proveniente dalla Cina: sembra infatti che il Gran Premio della Cina potrebbe essere spostato al di là dell’attuale data in calendario fissata per l’11 aprile prossimo.

La soluzione sarebbe comunque già prevista

Movistar+, nella persona della sua inviata Noemi di Miguel, ha ammesso sui propri canali social che “esiste un piano B sia per il Gran Premio di Australia che per quello della Cina. L’idea è quella di mantenere le stesse date in calendario svolgendo però il Gran Premio su altri tracciati. Al vaglio c’è la doppietta in Bahrain ma anche la possibilità di svolgere un Gran Premio a Imola e Portimao. Al momento si sta lavorando su queste ipotesi, anche se per ora non è stata presa una decisione finale”.

In questo momento il calendario prevede infatti l’avvio dall’Australia il prossimo 21 marzo, quindi Bahrain il 28 marzo e Cina l’11 di aprile. C’è poi uno slot vuoto il 25 aprile in sostituzione dello spazio lasciato libero dal Gran Premio del Vietnam. Per rimpiazzare il Gran Premio della Cina l’idea sarebbe quella di svolgere un doppio Gran Premio in Bahrain magari utilizzando il doppio layout come fatto nel 2020. È ancora presto per sapere come cambieranno le altre date se si dovesse propendere per questa “sistemazione”.

Ci sarà poi da capire se sia Melbourne che la Cina potrebbero trovare la loro necessaria nuova collocazione a metà o alla fine del campionato. Quindi i problemi non mancano, ma dopo una incredibile stagione 2020 la Formula 1 ci ha abituato a saper trovare le necessarie soluzioni ad ogni evenienza che si è presentata. Potrebbe essere così anche quest’anno.

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI