in

Stellantis: il pronipote di Walter P. Chrysler propone modifiche sulla fusione

Rhodes vuole che la nuova azienda si chiami Chrysler-Dodge-Jeep-Ram Corporation

Stellantis
Stellantis

La fusione tra Fiat Chrysler Automobiles (FCA) e PSA ha eliminato uno dei suoi ultimi ostacoli all’inizio di questo mese. Tuttavia, le due società automobilistiche stanno ora affrontando un’obiezione dell’ultimo minuto che proviene nientemeno che dal pronipote di Walter P. Chrysler.

Come parte della sua proposta di acquisizione alternativa, Frank B. Rhodes Jr afferma che la società risultante dalla fusione non dovrebbe chiamarsi Stellantis ma Chrysler-Dodge-Jeep-Ram Corporation. Inoltre, Rhodes vuole che la nuova compagnia abbia sede negli Stati Uniti.

FCA PSA Stellantis
Stellantis, il pronipote di Chrysler vorrebbe che la nuova azienda abbia sede negli Stati Uniti

Stellantis: Frank B. Rhodes Jr potrebbe essere un nuovo ostacolo nella fusione tra FCA e PSA

La sua proposta richiede anche di dare ai dirigenti e ai dipendenti esistenti un bonus che si basa sulla loro presenza nelle due aziende e dare agli azionisti esistenti la possibilità di acquistare azioni di Stellantis se fosse resa pubblica in futuro.

Attraverso una dichiarazione, il pronipote di Walter P. Chrysler ha dichiarato: “Questa proposta alternativa è, a mio parere, migliore della fusione pianificata e comporterebbe il ritorno negli Stati Uniti dei marchi Chrysler, Dodge, Jeep e Ram, lontano dalle proposte di controllo cinesi e straniere avanzate nella fusione“.

Tavares Manley

Sebbene la proposta abbia poche possibilità di essere accolta dai dirigenti di FCA e PSA, Rhodes ha presentato un’obiezione riguardante la fusione con il comitato per gli investimenti esteri (Committee on Foreign Investment) negli Stati Uniti.

In aggiunta, Rhodes ha detto ai senatori statunitensi di opporsi alla fusione in quanto porterebbe fuori dal mercato americano futuri profitti e tecnologie. Vi ricordiamo che gli azionisti dovrebbero approvare la fusione il 4 gennaio 2021 mentre l’accordo dovrebbe essere completato entro la fine del primo trimestre del 2021.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento