in

Lo stabilimento PSA di Figueruelas viene ammodernato

Lo stabilimento del Gruppo PSA a Figueruelas (Saragozza) sta lavorando all’ammodernamento delle proprie strutture con progetti di miglioramento ambientale

PSA Saragozza
PSA Saragozza

Lo stabilimento del Gruppo PSA a Figueruelas (Saragozza) sta lavorando all’ammodernamento delle proprie strutture con progetti di miglioramento ambientale. Nello specifico, l’area Verniciatura prosegue con il suo adeguamento verso un’industria 4.0 e il principale progetto intrapreso quest’anno 2020 è l’automazione della sigillatura nelle parti in movimento della carrozzeria. L’anno scorso, nella cabina di finitura 1, è stata automatizzata l’applicazione di insonorizzazione e verniciatura interna di parti in movimento.

Inoltre, dispone di un innovativo sistema di ispezione automatica che utilizza la visione artificiale per il controllo di qualità, che è stato implementato in altri stabilimenti del gruppo PSA, come Vigo e Sochaux (Francia). La sigillatura degli interni del cofano motore e delle porte è stata eseguita nello stabilimento aragonese manualmente, sia nella linea Opel Corsa che nella linea Opel Crossland e Citroën C3 Aircross.

“Con l’esecuzione di questo nuovo progetto, attraverso l’installazione e la programmazione di varie apparecchiature robotiche, si è cercato di sigillare le parti in movimento dell’auto, migliorando l’efficienza del processo e aumentando la protezione ambientale grazie ad una significativa riduzione del materiale di sigillante utilizzato e di conseguenza riducendo le emissioni di COV associate all’uso di questo materiale “, ha spiegato l’ingegnere responsabile dello stabilimento di Saragozza per questo progetto, Javier Julvez.

Per la sigillatura automatica, nessuna delle parti mobili si aprirà. Ciò significa che per fare ciò verrà utilizzato un ugello molto sottile per accedere attraverso l’apertura tra le parti in movimento e il corpo.

Sono stati installati quattro robot della linea C per sigillare rispettivamente il cofano, il portellone, le porte a sinistra e a destra. Durante la chiusura dell’estate sono state installate le nuove stazioni ‘stop and go’ con l’azienda Malefec e, successivamente, con Finitec, è stato eseguito l’assemblaggio e la messa in servizio dei robot.

Dalla ripresa dell’attività dopo la chiusura estiva, è stata effettuata la programmazione dei robot e dei sistemi di visione, che sono stati adeguati dagli specialisti dell’impianto di verniciatura del Groupe PSA che hanno collaborato con Finitec per garantirne il corretto funzionamento. La linea 2 è entrata in produzione a novembre e la linea 1 lo farà all’inizio del prossimo anno.

Questo progetto contribuirà a migliorare l’efficienza dello stabilimento aragonese e il suo impatto ambientale riducendo il consumo di materiale (49t / anno) e quindi le emissioni. I robot sono in grado di seguire il contorno della parte mobile e ridurre la larghezza dei cordoni di tenuta. Si tratta di un investimento di oltre 2 milioni di euro, in parte cofinanziato dal Dipartimento per l’Industria, la Competitività e lo Sviluppo delle Imprese.

Il nuovo Battery Workshop a Saragozza, molto simile a quello di Vigo, sarà una realtà nel primo trimestre del 2021 quando le strutture e il personale dovrebbero essere pronti per assemblare i moduli della Opel Corsa elettrica, un modello che grazie alla sua buona accettazione ha aumentato il suo tasso di produzione, che ora rappresenta il 16% di tutta la Corsa prodotta e richiede l’assemblaggio interno per ragioni di capacità, costi logistici ed efficienza.

Ti potrebbe interessare: PSA: assemblea generale straordinaria a porte chiuse per approvare la fusione con FCA

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento