in

Alfa Romeo Giulietta: tre stelle nel crash test Euro NCAP

Rispetto al 2010, la compatta del Biscione perde due stelle.

Alfa Romeo Giulietta

Oltre alla Fiat Punto, l’ente Euro NCAP ha effettuato anche il crash test dell’attuale Alfa Romeo Giulietta che, nella declinazione standard con il motore diesel 1.6 JTDm e l’allestimento Super, ha conquistato il risultato generale di tre stelle. La versione ante restyling della compatta del Biscione, anch’essa con il propulsore diesel 1.6 JTDm ma nell’allestimento Distinctive, fu sottoposta al crash test Euro NCAP nel 2010, in cui conquistò il massimo punteggio di cinque stelle.

Nello specifico, l’attuale Alfa Romeo Giulietta ha conquistato 27,6 punti (pari al 72%) nella protezione degli occupanti adulti, 27,5 punti (pari al 56%) nella protezione degli occupanti bambini, 25,0 punti (pari al 59%) nella protezione dei pedoni e 3 punti (pari al 25%) alla voce “Safety Assist”, per un totale di 83,1 punti che corrispondono, appunto, a tre stelle su cinque.

In precedenza, la Alfa Romeo Giulietta ante restyling conquistò 34,8 punti (pari al 97%) nella protezione degli occupanti adulti, 41,6 punti (pari al 85%) nella protezione degli occupanti bambini, 22,6 punti (pari al 63%) nella protezione dei pedoni e 6 punti (pari al 86%) alla voce “Safety Assist”, per un totale di 105 punti che, all’epoca, corrispondevano a cinque stelle su cinque.

L’auto è sostanzialmente la stessa, ma la compatta Alfa Romeo Giulietta ha perso due stelle per il cambio dei parametri di valutazione della sicurezza attiva e passiva da parte dell’ente Euro NCAP. Infatti, rispetto al 2010, nel calcolo della protezione degli occupanti adulti è stato inserito l’impatto frontale a tutta larghezza, assieme al colpo di frusta nel tamponamento sui sedili posteriori e alla presenza del dispositivo AEB di frenata automatica in città.

Nel calcolo della protezione degli occupanti bambini, invece, non è più valutata la sicurezza dell’auto in presenza dei bambini di 18 mesi e 36 mesi sui seggiolini, ma l’impatto sia frontale che laterale in presenza dei bambini di 6 anni e 10 anni. Inoltre, è valutata la conformità alla normativa i-Size (introdotta nel 2013) ed è più approfondito il controllo dell’installazione del CRS.

Per quanto riguarda la protezione dei pedoni, con il restyling di metà carriera, la Alfa Romeo Giulietta è migliorata nei crash test di impatto per la testa e il bacino, mentre il crash test di impatto per le gambe è rimasto invariato. Tuttavia, la mancanza del dispositivo AEB di frenata automatica in presenza dei pedoni ha ‘mandato in fumo’ i suddetti miglioramenti.

Infine, il calcolo del valore della voce “Safety Assist” non prevede più la valutazione del sistema per il controllo elettronico della stabilità, ma solo i dispositivi che incidono sulla limitazione della velocità e i sistemi SBR. Perciò, il valore di questa voce del crash test Euro NCAP per la Alfa Romeo Giulietta è diminuito fortemente rispetto agli altri, soprattutto in termini percentuali.

Written by Dario Montrone

Blogger, ma soprattutto giornalista freelance del settore auto da oltre dieci anni. Sono appulolucano e, nel tempo libero, pratico il 'free riding'. "Auto Storiche Italiane" è il titolo del mio primo libro, scritto qualche anno fa.