in

Cade approva l’accordo finale tra Fiat Chrysler e Peugeot

In Brasile il CADE ha approvato questo mercoledì in via definitiva, la fusione tra Fiat Chrysler e PSA

Fiat Chrysler e PSA
Fiat Chrysler e PSA

Il Consiglio di amministrazione per la difesa economica (Cade) del Brasile ha approvato questo mercoledì (09/12), in via definitiva, la fusione tra Fiat Chrysler e PSA. La Corte ha respintoil ricorso sul caso, presentato dal consigliere Lenisa Prado, e ha avallato l’operazione, già approvata dalla Soprintendenza Generale (SG / Cade).

La fusione tra le società darà origine al gruppo automobilistico Stellantis. Nel corso dell’analisi del caso, SG / Cade ha concluso che l’operazione implica alcune sovrapposizioni orizzontali e integrazioni verticali che non danno adito a preoccupazioni sotto il profilo della concorrenza. Pertanto, a novembre, ha approvato la fusione senza restrizioni.

Quando ha proposto alla Corte del Cade di impugnare la decisione, il consigliere Lenisa Prado ha espresso preoccupazione per l’integrazione verticale che coinvolge sistemi di scarico e motori e la concentrazione orizzontale nel mercato dei furgoni. La Plenaria, tuttavia, non ha ratificato l’ordine.

A giudizio del Consiglio, sebbene l’operazione riguardi marchi noti, il panorama generale in Brasile derivante da questa operazione internazionale non è preoccupante, viste le dimensioni delle società del Gruppo PSA (Peugeot) in Brasile. Secondo la Corte, a differenza del passato, quando nel Paese c’erano sostanzialmente quattro case automobilistiche, oggi sono operative diverse società, con un alto grado di rivalità. Per questo motivo il Tribunale ha rigettato la proposta di ricorso e ha accolto la decisione della Soprintendenza Generale di approvare senza limitazioni l’operazione.

Ti potrebbe interessare: La fusione di Fiat Chrysler e PSA approvata anche dal CADE

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento