in

Alfa Romeo Racing: stagione deludente, si punta a migliorare nel 2021

Il team italo elvetico punta ad un netto miglioramento nel 2021: il confronto di questa stagione col 2019 è impietoso

Giovinazzi

La stagione dell’Alfa Romeo Racing che volge ormai al termine non si può paragonare con quella vissuta nel 2019. Il team, motorizzato Ferrari, come tutti gli altri che adottano il medesimo propulsore quest’anno ha faticato tantissimo. Basta guardare la classifica del Mondiale Costruttori per comprendere una differenza praticamente abissale. Lo scorso anno il team italo elvetico era infatti riuscito a totalizzare ben 57 punti totali mentre quest’anno i punti messi a segno da Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi sono solamente 8: ovvero 4 punti per ognuno. Un dato che posto accanto a quello che si era riusciti a dimostrare lo scorso anno fa un po’ pensare.

Nel 2021 si potrà sperare di più

È chiaro che l’ultimo evento stagionale che si correrà domenica ad Abu Dhabi non porterà cambiamenti abissali all’Alfa Romeo Racing. L’unica volontà è quella di difendersi da Haas e Williams, rispettivamente cinque e otto posizioni indietro. Il margine dovrebbe essere sufficiente per conservare la ottava posizione finale nella classifica costruttori. Ma la delusione è chiaramente parecchia.

Vasseur Giovinazzi Raikkonen

Lo si legge nelle parole del team principal Frederic Vasseur: “in pista i nostri risultati probabilmente non sono stati quelli che ci attendevamo ad inizio stagione. Ci riorganizzeremo, miglioreremo e torneremo più forti nel 2021. Cerchiamo di finire bene la stagione”, ha ammesso. Proprio sull’ultimo appuntamento stagionale le velleità sono poche ma bisogna comunque stare attenti a eventuali errori che potrebbero privare l’Alfa Romeo Racing dell’ottava posizione finale: “ci avviciniamo all’ultima gara con un occhio al fine settimana e uno al prossimo anno. Il passaggio al 2021 sarà piuttosto inusuale e diversamente dalle ultime stagioni dovremo massimizzare le nostre prestazioni sia per il 2021 che per il 2022. Ma prima c’è un lavoro importante che ci aspetta ad Abu Dhabi, la lotta in campionato è ancora serrata e abbiamo visto nell’arco della stagione che sono possibili gare caotiche con risultati inaspettati. Dovesse ricapitare, dovremo metterci nella condizione di essere quelli che beneficeranno”.

Raikkonen
Kimi Raikkonen

Poche sorprese anche per quanto riguarda i piloti. Raikkonen giunge ad Abu Dhabi col minimo bottino di sempre in termini di punteggio: 4, contro i 9 del 2001 che rappresentavano il dato più basso fino ad oggi. “È stata una annata lunga e intensa e abbiamo ancora una gara prima della pausa invernale. Vogliamo finire bene, ma non sarà una gara diversa da tutte le altre. Abu Dhabi la conosciamo bene e non ci aspettiamo molte sorprese. Ma se ci sarà una possibilità saremo pronti a coglierla. Abbiamo avuto un paio di weekend difficili che non hanno mostrato i progressi che abbiamo fatto. Speriamo di lottare per i punti e tornare a casa con un sorriso”, ha ammesso Kimi.

Non si arrende Giovinazzi che punta a finire il più in alto possibile: “Abu Dhabi è un bel posto per concludere la stagione e puntiamo a finire in alto. Non siamo stati in grado di mostrare il nostro vero ritmo in Bahrain e Abu Dhabi è un tracciato dove i sorpassi sono difficili e dunque dovremo massimizzare ogni sessione per essere il più possibile in alto il giorno della gara. Vogliamo essere in lotta per i punti domenica, prima della pausa”, ha aggiunto.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento