in

Una rara Ferrari 250 GT Coupé con carrozzeria in lega andrà all’asta

La coupé con carrozzeria Boano è equipaggiata da un V12 Colombo da 229 CV

Ferrari 250 GT Coupé lega asta

Enzo Ferrari aveva una grande passione per le auto da corsa ma nel 1950 aveva iniziato ad accettare che le vetture da strada esclusive fossero necessarie per finanziare i crescenti sforzi della società nelle competizioni. Le prime Ferrari stradali furono costruite in pochi esemplari, solitamente su ordine del cliente.

Un cambiamento più importante avvenne nel 1954, quando debuttò a Parigi la 250 Europa progettata da Pininfarina. È stato il primo vero modello di produzione del cavallino rampante e avrebbe costituito la base di partenza per tutti i futuri modelli della serie 250. Fra queste c’è anche la Ferrari 250 GT della seconda serie disegnata sempre da Pininfarina.

Ferrari 250 GT Coupé lega asta
Ferrari 250 GT Coupé interni

Ferrari 250 GT Coupé: RM Sotheby’s proporrà all’asta un esemplare con carrozzeria Boano

Al momento della presentazione della seconda serie, quest’ultima azienda stava costruendo un nuovo impianto di produzione molto più grande e non aveva ancora lo spazio necessario per assemblare le maggiori quantità di auto richieste da Ferrari. Di conseguenza, nel 1954, la casa automobilistica modenese decise di far costruire la carrozzeria della 250 GT alla Carrozzeria Boano guidata da Mario Felice Boano.

Quest’ultima doveva replicare il concetto di coupé di Pininfarina nella forma di produzione. In un ciclo di produzione durato due anni, pare che siano stati completati da 68 a 80 esemplari di coupé con tetto basso. Il peso ridotto ha migliorato drasticamente la potenza del motore V12 Colombo da 3 litri da 229 CV.

Durante un’asta che si terrà il 22 gennaio 2021 in Arizona, RM Sotheby’s proporrà in vendita una bellissima Ferrari 250 GT Coupé con carrozzeria in lega del 1956 (telaio n°0613GT). Abbiamo di fronte uno dei soli 14 esemplari coupé con carrozzeria in lega prodotti da Boano tra il ‘56 e il ‘58 e inoltre dispone del certificato Ferrari Classiche e motore V12, cambio e differenziale sono originali.

Ferrari 250 GT Coupé lega asta

L’auto di Maranello ha preso parte anche a diverse gare

La vettura vanta una storia ben documentata con varie vittorie conquistate in gara nel periodo. La 250 GT Coupé fu completata in fabbrica il 22 gennaio 1957. A dicembre dello stesso anno, Potter e Grossman riuscirono a conquistare, rispettivamente, una vittoria nella Five-Lap Tourist Trophy e un podio nelle gare 25-Lap Tourist Trophy. L’ultima corsa fatta da Grossman con la 0613GT risale alla fine di ottobre del 1959.

L’anno successivo, la Ferrari 250 GT Coupé fu esportata in Inghilterra. Negli anni successivi, l’auto passò per le mani di diverse scuderie prima di subire un restauro completo nell’85. Nell’86, il bolide, rivestito in Rosso Corsa e con interni beige, passò nelle mani di un collezionista giapponese; fino al 2002, anno in cui avvenne l’esportazione negli Stati Uniti.

Arrivando al 2007, la 250 GT è stata venduta a un collezionista della Florida mentre l’anno successivo è arrivata la certificazione Ferrari Classiche. Dopo cinque anni, la 0613GT fu venduta a un appassionato di rally su strada e un collezionista residente fuori Chicago. Questa Ferrari 250 GT Coupé estremamente rara, in ottime condizioni e con una storia alle spalle ben documentata ha percorso meno di 107.343 km.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento