in ,

Dodge Challenger SRT Hellcat da 888 CV sfreccia sull’Autobahn | Video

Questo esemplare è stato modificato da AEC che si occupa di importare in Europa alcuni veicoli del brand di FCA

Dodge Challenger SRT Hellcat AutoTop NL

Nessuno può resistere al fascino della Dodge Challenger SRT Hellcat nonostante per l’Europa abbia dimensioni troppo grandi e il motore Hemi V8 sovralimentato da 6.2 litri non si adatta alle norme vigenti sulle emissioni. Il famoso canale YouTube olandese AutoTop NL ha recentemente portato sull’Autobahn tedesca diverse auto americane che sono molto rare da trovare in Europa.

Alcuni tratti autostradali della Germania sono noti per non avere alcun limite di velocità, quindi teoricamente questa Challenger SRT Hellcat può raggiungere legalmente la sua velocità massima. Naturalmente, è sempre meglio tenere a mente la sicurezza propria e degli altri automobilisti in quanto, in caso di incidente, si potrebbero causare seri danni.

Dodge Challenger SRT Hellcat AutoTop NL
Dodge Challenger SRT Hellcat motore

Dodge Challenger SRT Hellcat: un esemplare modificato mostra tutta la sua potenza in Germania

La Dodge Challenger SRT Hellcat è un’auto davvero particolare in quanto tende a far girare spesso le ruote posteriori e ha un motore che non è mai silenzioso. Inoltre, l’esemplare testato da AutoTop NL è ancora più potente del modello originale. Il titolo della clip riporta 888 HP che potrebbero essere 900 CV oppure 888 CV. Parliamo di una potenza davvero interessante che supera anche quella della Demon da 852 CV.

La velocità massima raggiunta dalla muscle car americana, indicata nel video, è di 295 km/h. Pare che questa Challenger SRT Hellcat sia stata modificata da una società con sede a Monaco chiamata AEC. Sotto il cofano dovrebbe esserci un compressore da 2.4 litri, una puleggia ottimizzata e un rapporto di trasmissione inferiore. Troviamo anche degli pneumatici Pirelli e un impianto frenante Brembo.

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento