in

Giovinazzi e Raikkonen alle prese con l’asfalto viscido dell’Istanbul Park

A condizionare le libere del Gran Premio di Turchia è stato un asfalto nuovo, ma particolarmente viscido e di difficile interpretazione

Raikkonen Turchia

L’Istanbul Park è tornato tra un set di polemiche provenienti quasi all’unanimità in riferimento ad un asfalto nuovo ma scivolosissimo. È la medesima analisi realizzata anche dai piloti Alfa Romeo Racing che soprattutto con Antonio Giovinazzi ha ottenuto posizioni interessanti durante le Libere di oggi.

Si può dire che la condizione difficile dell’ultimo strato di asfalto a contatto con le Pirelli ha fornito indicazioni sulle performance di chi comunque ce la mette tutta per spingere e dare il massimo. In casa Alfa Romeo Racing si festeggiano i 500 Gran Premi della dinastia Sauber proprio nel rientrante Gran Premio di Turchia. Di certo sia Antonio che Kimi hanno faticato non poco a tenere in strada la C39 sui saliscendi e tra le curve dell’Istanbul Park.

Buon ritmo durante le seconde Libere

Perciò, nonostante le cattive condizioni dell’asfalto i riscontri della compagine del Biscione sono apparsi comunque interessanti. Giovinazzi ha tirato fuori l’ottavo tempo nelle PL1 col tempo di 1:37.503 quando Kimi Raikkonen durante la medesima sessione terminava in 16esima piazza con un meno promettente 1:41.035.

Giovinazzi, al debutto sul tracciato turco, ha abbassato poi il dato cronometrico durante le PL2 portando la sua C39 in 13esima piazza col tempo di 1:31.493. Il giovane di Martina Franca vede comunque come un’opportunità la difficile condizione dell’asfalto turco: “la pista sembra veramente bella, ma le condizioni dell’asfalto erano davvero molto scivolose. È stato molto difficile mettere insieme un giro pulito e posso dire che probabilmente non ho mai avuto un feeling così brutto su una monoposto di Formula 1. Però le condizioni erano le stesse per tutti. Domani potrebbe essere ancora peggio, se pioverà o farà ancora più freddo. I primi giri delle PL1 sono stati davvero difficili, le PL2 sono andate meglio perché la pista è migliorata. Queste condizioni possono rappresentare un’opportunità per noi, tutto può succedere: dovremo essere intelligenti e fare un buon giro in qualifica“.

Giovinazzi Turchia
Antonio Giovinazzi vede qualche opportunità in più derivante dalle difficili condizioni dell’asfalto turco

C’è invece maggiore esperienza in Kimi Raikkonen che ha sempre ottenuto grandi risultati all’Istanbul Park. La sua posizione durante le PL2 è stata la 16esima col tempo di 1:31.932: “le condizioni della pista sono state la sfida più grande questa mattina anche se siamo riusciti a fare tutto quello che avevamo in programma. La giornata non era molto calda, le gomme erano dure e l’asfalto nuovo: questa combinazione ha reso la pista molto scivolosa. Trovo sia molto difficile trovare il giusto feeling con la monopsoto, anche se mi sembrava che la macchina si comportasse sempre meglio ad ogni tornata. Naturalmente è un problema valido per tutti quanti. Domani potrebbe piovere e l’asfalto rischia di diventare ancora più scivoloso, dovremo solo aspettare e vedere in quali condizioni correremo in qualifica“. Ma vedendo cosa era successo durante il primo giro di Portimao, con condizioni di asfalto simili, Raikkonen potrebbe regalarci qualche sorpresa.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento