in ,

Classe di merito dopo il furto auto: cosa succede

Vediamo quanto accade alla categoria più importante delle assicurazioni

ladro

Classe di merito dopo il furto auto: cosa succede? La risposta la dà l’Ania (Associazione delle assicurazioni): è possibile per il proprietario dell’auto rubata mantenere su altra auto di sua proprietà la classe di merito di bonus/malus maturata. Non solo presso il precedente assicuratore. Ma anche rivolgendosi a qualunque altra compagnia, purché presenti una copia della denuncia di furto.

Classe di merito dopo il furto auto: perché è importante

Ricordiamo che la classe è l’elemento numero uno della Rca: più premiante (verso l’1) la classe, meno pesante la tariffa. Più penalizzante (verso la 18, la peggiore), più salata la polizza.

Se ho maturato la classe sull’auto A, che mi rubano, è fondamentale trasferire quella classe sull’auto B. Che va a sostituire la A. Anche se trattasi di tipologia diversa. La tariffa cambierà allora solo sulla scorta della vettura, restando invariata la residenza.

Furto dell’auto, 2 dritte per il portafogli

Attenzione: in caso di furto del veicolo, il Codice della assicurazioni prevede che il contratto di assicurazione cessi i suoi effetti a partire dal giorno successivo a quello della denuncia del furto stesso all’Autorità competente. Da tale data la copertura del rischio della circolazione è posta a carico del Fondo di garanzia per le vittime della strada.

Pertanto alla compagnia è oggi possibile rimborsare la parte di premio pagata e non ancora utilizzata dal contraente, al netto delle imposte (variabili dal 12,5% al 16% del premio a seconda della provincia di residenza del proprietario), e del contributo obbligatorio al Servizio sanitario nazionale, pari al 10,5% del premio.

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento