in

Opel: importante novità dall’Ungheria

Wallis Automotive Europe, una filiale di AutoWallis, sarà importatore del marchio Opel in Ungheria

Opel
Opel

L’autorità ungherese per la concorrenza ha approvato che Wallis Automotive Europe, una filiale di AutoWallis, sarà un importatore del marchio Opel in Ungheria. Già a luglio, la casa automobilistica tedesca ha affidato alla controllata AutoWallis i dazi all’importazione in Bosnia ed Erzegovina, Croazia e Slovenia, dove i paesi sono ancora in fase di ottenere l’approvazione dell’autorità garante della concorrenza.

Wallis Automotive Europe sarà importatore del marchio Opel in Ungheria

L’importanza strategica e le dimensioni del mercato ungherese sono ben illustrate dal fatto che nel 2019 sono state vendute circa 12.500 nuove auto e furgoni Opel. WAE assumerà presto il ruolo di importatore Opel. Una delle pietre miliari più significative nella storia del Gruppo AutoWallis è la partnership di quattro paesi come importatori di Opel.

Lo scorso anno sono state vendute 24.000 unità del marchio nei paesi interessati, quindi il numero di veicoli venduti dai membri del gruppo AutoWallis dovrebbe mostrare un aumento significativo già nel 2021.

L’azienda, che distribuisce 15 marchi automobilistici, compirà un ulteriore significativo passo avanti verso il raggiungimento degli obiettivi fissati nella sua strategia, raddoppiando così i suoi ricavi di vendita ed entro il 2029 diventando il principale fornitore di servizi di mobilità nella regione dell’Europa centrale e orientale.

Opel gode di grande rispetto in Ungheria, come dimostra il fatto che nelle strade del paese sono moltissime le auto con il marchio tedesco del gruppo PSA. Con questo accordo, AutoWallis si sta muovendo verso una crescita dinamica, sia in Ungheria che a livello globale.

Ti potrebbe interessare: Opel: i fari IntelliLux a LED permettono di guidare senza avere paura del buio

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento