in

Fiat 500X: in attesa dell’ibrido escono di scena le versioni diesel

I motori a gasolio dovrebbero tornare in versione aggiornata nei prossimi mesi

fiat 500X

Nel corso dei prossimi mesi, probabilmente durante il primo trimestre del 2020, ci sarà il debutto della nuova Fiat 500X Hybrid, la variante mild hybrid del crossover compatto della casa italiana. Tale versione potrà contare sui nuovi motori elettrificati FireFly che entreranno in produzione nello stabilimento di Termoli nel corso delle prossime settimane.

Nel frattempo, in attesa del debutto della 500X Hybrid, il nuovo listino del crossover diffuso questa settimana non presenta più le motorizzazioni diesel (1.3 e 1.6 MultiJet). Con il nuovo aggiornamento, la 500X MY 2020 è disponibile esclusivamente con i motori 1.0 e 1.3 turbo FireFly in versione tradizionale e senza alcuna elettrificazione.

L’uscita di scena dei diesel è, molto probabilmente, temporanea. FCA, infatti, ha intenzione di continuare a proporre i suoi motori diesel, aggiornandoli alle normative più recenti sulle emissioni. Completato l’aggiornamento, gli attuali MultiJet dovrebbero tornare in listino anche se non possiamo escludere alcune novità o una riduzione delle motorizzazioni disponibili, ad esempio con il solo 1.6 che potrebbe restare in gamma.

Il prossimo aggiornamento della gamma della Fiat 500X arriverà tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021. In occasione di tale aggiornamento dovrebbe esserci il debutto delle nuove motorizzazioni ibride per il crossover compatto che andrà ad ampliare la gamma di modelli elettrificati del marchio Fiat, già composta da Panda e 500 Hybrid e dalla nuova 500 Elettrica.

La nuova gamma della 500X comprende il motore tre cilindri 1.0 da 120 CV che viene proposto in abbinamento agli allestimenti Urban, City Cross, Lounge, Business, Cross e Sport. Il prezzi di listino di partenza è di 21.000 Euro. In gamma c’è spazio anche per motore quattro cilindri 1.3 da 150 CV con cambio DCT. Tale motore è abbinabile agli allestimenti City Cross, Lounge, Business, Cross e Sport e presenta un prezzo di partenza di 24.500 Euro. 

Il diesel è ancora fondamentale per la Fiat 500X

Il nuovo listino che elimina (quasi sicuramente temporaneamente) le motorizzazioni diesel dalla gamma della 500X anticipa quello che sarà il futuro di molti modelli del segmento di mercato del crossover prodotto a Melfi. Per il momento, in ogni caso, le versioni a gasolio rappresentano ancora una parte fondamentale della gamma della 500X per poter uscire immediatamente dal mercato.

Come confermano i dati di vendita in Italia, aggiornati a settembre, la 500X ha venduto circa 12 mila unità diesel nel corso del 2020 (il calo rispetto alle 20 mila unità dello scorso anno è legato, oltre che alla crisi del diesel, anche alla pandemia). Circa il 55% delle unità vendute di 500X in Italia nel corso del 2020 sono alimentate da motori diesel. 

Tale percentuale è destinata a ridursi ulteriormente ma non ancora ad azzerarsi. L’arrivo della 500X Hybrid darà un’ulteriore spinta al calo delle vendite delle versioni diesel che nel corso dei prossimi anni, ovvero durante la parte finale della carriera della 500X, diventeranno sempre meno rilevanti. In futuro, anche il crossover punterà tutto o quasi sull’elettrificazione.

Le possibili caratteristiche della 500X Hybrid

In queste settimane si è parlato molto della 500X Hybrid e delle caratteristiche dei nuovi motori FireFly elettrificati che arriveranno per i modelli di FCA. Secondo le prime indiscrezioni, tra le versioni in arrivo ci sarà un 1.3 aspirato da 101 CV con sistema mild hybrid a 48 V. Il motore dovrebbe essere proposto anche in versione turbo. Da notare, inoltre, il possibile arrivo anche di un’unità 1.5. 

Al momento, non ci sono informazioni in merito a quelle che saranno le strategie di Fiat. Le nuove versioni Hybrid della 500X dovrebbero affiancare e non sostituire le versioni benzina tradizionali, almeno per la prima fase di commerciale. L’avvicendamento tra benzina e benzina con sistema mild hybrid potrebbe arrivare nel corso della seconda metà del 2021, come avvenuto ad esempio con la Panda Hybrid.

Ricordiamo che non ci sarà una Fiat 500X plug-in hybrid. Nonostante la possibilità di utilizzare il sistema plug-in della Renegade, modello basato sulla stessa piattaforma del crossover di Fiat, FCA ha scelto di non realizzare tale variante della 500X in quanto ritenuta poco conveniente dal punto di vista economico. Maggiori dettagli sulla gamma 500X arriveranno, di certo, nelle prossime settimane.

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento