in

Szafnauer coccola Sebastian Vettel, ma Helmut Marko aveva consigliato un anno di stop

Sono opposti i pareri di Szafnauer e di Helmut Marko, tuttavia il futuro di Sebastian Vettel è ormai legato all’Aston Martin

Sebastian Vettel

Il futuro di Sebastian Vettel è destinato a fornire sensazioni legate per forza di cose all’Aston Martin. Il tedesco lascerà infatti la Ferrari alla fine di questa stagione e si accaserà proprio presso il costruttore inglese che rileverà l’attuale Racing Point che sicuramente appare come un team di belle speranze.

Sebastian, dopo mille tentennamenti e chiare ipotesi di ritiro, ha scelto la strada dell’Aston Martin e pare essere pieno di sensazioni positive. Di certo in Aston troverà un ambiente differente, magari più familiare e privo di quelle tensioni che in Ferrari lo hanno lacerato e fatto sprofondare in un baratro che pare non riesca ad affrontare più peraltro con una SF1000 carica di problemi a più non posso.

Szafnauer non è preoccupato dalla parabola discendente imboccata dal tedesco

Al Nurburgring purtroppo le cose non sono andate bene ancora una volta. Il tedesco ha terminato undicesimo alle spalle di Antonio Giovinazzi. Proprio nel tentativo di sopravanzare l’italiano dell’Alfa Romeo, Sebastian è finito ancora una volta in testacoda. Insomma, il quattro volte campione del mondo ha ormai imboccato una parabola nettamente in discesa che però sembra non preoccupare Otmar Szafnauer che è l’attuale team principal di Racing Point e che attende con una certa enfasi il tedesco: “in squadra remiamo tutti nella stessa direzione e nell’attesa di Sebastian c’è proprio una bella atmosfera. La nostra cultura è quella di non puntare il dito nel caso in cui qualcuno faccia un errore. Sono sicuro che Seb si troverà decisamente bene da noi” ha ammesso a Sport1.

Sebastian Vettel

D’altronde nella futura Aston Martin sanno bene di aver azzeccato il colpo portando nella loro compagine un quattro volte campione del mondo con l’esperienza necessaria per progredire bene e in fretta. D’altronde ancora lo stesso Szafnauer ha proseguito ammettendo che “non credo che un campione del mondo, a soli 33 anni, abbia dimenticato come si guida una monoposto di Formula 1. C’è qualcosa che non va, ma noi lo aiuteremo a ritrovarsi e a tornare ad essere un campione. In cambio Sebastian ci indicherà la direzione giusta per lo sviluppo del nostro team e della nostra monoposto spiegandoci come si comportano in team di vertice come Red Bull e Ferrari. Vogliamo compiere un ulteriore passo avanti con lui”.

Marko invece aveva suggerito una pausa

La volontà di scegliere l’Aston Martin non risulta proprio nelle corde di uno che conosce veramente bene Sebastian: Helmut Marko. Il super consigliere della Red Bull ha infatti intrattenuto colloqui col tedesco nel momento in cui quest’ultimo aveva ricevuto la fatidica chiamata di Mattia Binotto che annunciava la fine del contratto a stagione 2020 terminata. Non ci sono dubbi che i rapporti tra Seb ed Helmut Marko siano ottimi e quindi il giudizio di quest’ultimo appare molto interessante.

Sebastian Vettel

A dire il vero si era anche paventata più volte la possibilità che Sebastian si sarebbe potuto trasferire proprio in Red Bull ritrovando gli amici di sempre tra i quali Chris Horner e lo stesso Helmut Marko. Tuttavia le considerazioni di questo tipo sono state ben presto messe da parte con lo stesso Helmut Marko che ha invece fornito un consiglio nettamente differente al tedesco: “ho consigliato a Sebastian di prendersi un anno di pausa per ricaricare le batterie e poi così avrebbe sfruttato le opportunità che sarebbero giunte nel 2022. Lui però ha deciso di rimanere”. In ogni caso per Helmut Marko la scelta dell’Aston Martin risulta comunque sensata: “in Aston Martin avrà la possibilità di raggiungere spesso il podio ma non so se riuscirà a vincere. Spero che il suo piano, dopo il brutto addio della Ferrari, possa funzionare al meglio”.

Hai le notifiche bloccate!!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento