in

Jeep Cherokee: nuove foto spia del restyling

Gli esemplari in prova sono meno camuffati e le novità stilistiche sono evidenti.

Jeep Cherokee restyling

Nuove foto spia per la rinnovata Jeep Cherokee, il cui debutto è previsto al Salone di Detroit, in programma a gennaio del 2018, dato che il Salone di Los Angeles del prossimo mese di novembre sarà riservato esclusivamente alla nuova Wrangler. Rispetto alle precedenti foto spia, l’esemplare di Jeep Cherokee restyling – impegnato nei test di collaudo – presenta meno camuffature. Perciò, le novità stilistiche rispetto al modello attuale sono più evidenti.

Jeep Cherokee restyling

Infatti, la SUV media del brand statunitense avrà frontale e posteriore totalmente ridisegnati. La parte anteriore della Jeep Cherokee restyling avrà il design in linea con i modelli Compass e Grand Cherokee, mentre la zona posteriore sarà rinnovata con nuovi gruppi ottici e il vano portatarga spostato dal paraurti al portellone. Per quanto riguarda l’abitacolo, la maggiore novità sarà rappresentata dal display touch screen più grande del sistema multimediale UConnect.

Jeep Cherokee restyling

La gamma delle motorizzazioni della Jeep Cherokee restyling sarà la stessa della Alfa Romeo Stelvio, con il propulsore a benzina 2.0 Turbo a quattro cilindri nelle versioni da 200 CV e 280 CV di potenza, affiancato dal motore a gasolio 2.2 Turbo Diesel a quattro cilindri nelle declinazioni da 150 CV, 180 CV e 210 CV di potenza. A differenza della SUV del Biscione, le suddette unità dovrebbero essere abbinate al cambio automatico AT9 a nove rapporti.

Jeep Cherokee restyling

Quasi certamente sarà confermata la versione di punta Trailhawk con il motore a benzina 3.2 V6 aspirato, ma in seguito sarà affiancata dalla più prestante declinazione Trackhawk con il propulsore a benzina 3.2 V6 a doppia sovralimentazione. A livello di allestimenti, invece, la Jeep Cherokee restyling dovrebbe essere proposta con la gamma composta dalle declinazioni Sport, Altitude, Latitude, Longitude, Limited e Overland.