in

Dodge Charger: ecco un restomod dipinto in Destroyer Grey

Sotto il cofano si nasconde il più moderno Hemi V8 da 6.1 litri preso da una Charger SRT8 di prima generazione

Dodge Charger restomod Uribe Performance

Una delle muscle car classiche sicuramente più popolari al giorno d’oggi è la Dodge Charger del 1969. Anche se ci sono tantissimi restomod sul mercato, quella che vi proponiamo in questo articolo è davvero incredibile ed è stata sviluppata da Uribe Performance.

In particolare, l’azienda di aftermarket ha costruito una bellissima Charger del ‘69, implementando sotto il cofano un moderno motore. Ciò che distingue questa build dalle altre è il fatto che è stata dipinta in un colore molto apprezzato dai fan di Mopar: Destroyer Grey.

Dodge Charger restomod Uribe Performance
Dodge Charger by Uribe Performance interni

Dodge Charger: ecco un bellissimo e moderno restomod di una delle muscle car più iconiche del passato

Sotto il cofano è presente il motore Hemi V8 da 6.1 litri proveniente da una Charger SRT8 di prima generazione. Nella versione originale, questo propulsore riesce ad erogare una potenza di 431 CV e 569 nm di coppia massima ed è abbinato a un cambio automatico a 5 marce di serie.

Uribe Performance si è affidato a California Upholstery per rifare completamente gli interni di questa Dodge Charger, implementando del materiale moderno nella classica carrozzeria. La console centrale personalizzata dispone di portabicchieri e inoltre è possibile ammirare il pomello del cambio automatico moderno. L’illuminazione a LED blu evidenzia gli inserti interni in alluminio e alcantara.

Ovviamente sono stati installati anche un moderno sistema di infotainment e una strumentazione di ultima generazione. La Dodge Charger del 1969 continua ad essere uno dei veicoli più apprezzati ed eleganti mai proposti fino ad ora dalla casa automobilistica americana.

Per scoprire maggiori informazioni su questa build, vi basta dare un’occhiata al video presente qui sotto.

Hai le notifiche bloccate!!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento