in

Laurent Mekies vede una via di uscita per i problemi della SF1000

Il direttore sportivo della Scuderia ha descritto quello che sarà il piano degli sviluppi che la Ferrari apporterà sulla SF1000

Vettel Mugello

In casa Ferrari le cose non vanno così bene, la SF1000 è una monoposto nata male e difficile da sviluppare nell’ottica di un eventuale miglioramento prestazionale. Ma la Scuderia di Maranello sa bene che nella sua storia oltre ai successi si sono verificati spesso periodi negativi e il 2020 è sicuramente uno fra questi.

Sicuramente in Russia non vedremo una monoposto rivoluzionata visto che già Mattia Binotto ha ammesso qualche settimana fa che gli aggiornamenti previsti non cambieranno di certo le cose. Tuttavia a Sochi arriverà la prima parte di un pacchetto di sviluppi che vedremo concretizzarsi durante i prossimi eventi. Di certo la volontà è quella di provare a correggere una parte dei difetti che caratterizzano questa monoposto, anche nell’ottica di un approccio migliorativo per il 2021.

Si procede per gradi

Ad anticipare le prossime mosse che il Cavallino Rampante ha messo in cantiere è il direttore sportivo della Ferrari, Laurent Mekies. Ciò che sembra evidente è proprio il fatto che gli aggiornamenti previsti per la SF1000, durante questa seconda fase di stagione, subiranno un processo graduale in modo che si riesca a capire la reale efficacia di ogni aggiornamento disposto volta per volta.

Mekies ha anche ammesso che la prima parte di questa stagione così condensata è stata “molto intensa, con nove gare in sole undici settimane. La Formula 1 ha affrontato una sfida enorme, ovvero disputare un Campionato del Mondo durante una Pandemia. La risposta che il Circus ha fornito è stata molto forte; a maggio tutto questo non era così scontato”.

Laurent Mekies
Laurent Mekies

In ogni caso la stagione della Scuderia “è stata molto difficile – ha proseguito Laurent Mekies – ma non fa parte del nostro DNA mollare, in ogni circostanza. Lo spirito con cui ci avviamo agli eventi successivi è proprio questo e ora andiamo verso Sochi dove le cose non sono mai andate così bene. Daremo comunque il massimo consapevoli che abbiamo tantissimi avversari e tutti molto competitivi”. Quindi Mekies ha concluso ammettendo quelle che saranno le linee guida dei prossimi aggiornamenti: “prevediamo piccoli aggiornamenti aerodinamici che rappresentano una parte del percorso che si completerà soltanto nelle prossime gare. Puntiamo a correggere le carenze che abbiamo notato in precedenza sulla SF1000, soprattutto in ottica 2021. Ci aspettiamo piccoli progressi che ci permetteranno però di verificare il funzionamento e avere una base sulla quale puntare per i prossimi sviluppi”.

Hai le notifiche bloccate!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento