in

Inquinamento: un gruppo di studenti inventa un dispositivo che cattura la polvere degli pneumatici

I veicoli elettrici potrebbero produrre più inquinamento a causa del loro peso superiore

Pneumatici invernali obbligo anticipato

Un gruppo di studenti del Regno Unito ha trovato un modo per catturare la polvere degli pneumatici, uno dei principali responsabili dell’inquinamento atmosferico e idrico, mentre l’auto si muove. Questa invenzione ha permesso ai ragazzi di vincere il James Dyson Award 2020 in UK.

Le minuscole particelle di gomma prodotte dagli pneumatici sono responsabili di quasi la metà delle emissioni di particolato provenienti dal trasporto stradale, secondo il governo britannico. Oltre a questo, esse sono la seconda più grande fonte di inquinamento microplastico negli oceani dopo la plastica monouso.

Pneumatici invernali obbligo
Pneumatici, le particelle prodotte possono essere catturate usando un nuovo dispositivo inventato in UK

Polvere pneumatici: inventato nel Regno Unito un dispositivo che permette di ridurre l’inquinamento provocato dalle gomme

Durante un’intervista con Reuters, Hugo Richardson – uno dei quattro membri del The Tire Collective (il gruppo di ragazzi che ha inventato il sistema) – ha dichiarato: “Tutti si concentrano sull’inquinamento atmosferico che proviene direttamente dai motori stessi ed esce dal tubo di scarico. Ma ciò che le persone non sanno è che l’usura degli pneumatici è un enorme agente inquinante e questo è in parte dovuto alle dimensioni microscopiche delle particelle prodotte e al fatto che ovviamente non si vedono sempre“.

La soluzione consiste nel catturare le particelle del pneumatico alla fonte, montando un dispositivo che avvolge strettamente il bordo della gomma e sfrutta l’elettrostatica e l’aerodinamica di una ruota che gira per raccogliere le particelle mentre vengono emesse.

Richardson ha dichiarato che il lockdown causato dal coronavirus, che ha ridotto di parecchio il traffico su strada, ha dato alle persone un’idea di quanto potesse essere più pulita l’aria in una città. Egli sostiene che tutti ormai sappiamo che l’aria pulita nelle città non è più un sogno irrealizzabile ma è qualcosa che può essere immediatamente realizzabile sfruttando delle innovazioni intelligenti.

Pneumatici invernali

Le particelle degli pneumatici rappresentano un grave problema per la salute

Gli studenti affermano che il loro prototipo è in grado di raccogliere il 60% di tutte le particelle immesse nell’area dagli pneumatici in un ambiente controllato sul loro banco di prova. Siobhan Anderson, membro del programma Innovation Design Engineering, ha detto: “Le particelle degli pneumatici sono in realtà abbastanza piccole da essere inalate. Quindi possono causare diverse malattie polmonari e problemi di sviluppo e anche loro entrano nell’acqua che beviamo e alla fine si fanno strada attraverso la nostra catena alimentare“.

Ogni volta che un veicolo frena, accelera o fa una curva, gli pneumatici si consumano e minuscole particelle si disperdono nell’aria, producendo mezzo milione di tonnellate di particelle di gomme ogni anno soltanto in Europa, secondo l’International Journal of Environmental Research and Public Health.

Con il passaggio ai veicoli elettrici, le emissioni di CO2 diminuiranno ma le particelle degli pneumatici continueranno a inquinare l’aria e l’ambiente in generale. Gli studenti affermano che le emissioni prodotte dalle gomme potrebbero effettivamente aumentare in quanto i veicoli a emissioni zero sono più pesanti a causa del peso aggiuntivo provocato dal pacco batterie. In ogni caso, il team sta lavorando per ottenere un brevetto e continuerà a lavorare sul progetto come startup.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento