in

Per Ross Brawn la Ferrari ha bisogno di essere rinforzata

L’ex DT della Scuderia ha ammesso quella che può essere secondo lui la via della rinascita in casa Ferrari

Ross Brawn

Se c’è uno che può parlare di vittorie e periodi migliori in riferimento alla Ferrari, quello è sicuramente Ross Brawn. Ai tifosi della Scuderia manca tanto quel periodo dorato, in accordo con quanto sta vivendo oggi il team più blasonato della Formula 1. Al Mugello purtroppo la situazione vista durante gli ultimi Gran Premi si è ripresentata, col solo fatto che sia Leclerc che Vettel hanno racimolato qualche punticino frutto anche del fatto che al traguardo sono giunte soltanto 12 monoposto.

La superiorità manifestata dai team concorrenti è stata molte volte imbarazzante e questo fa male e dispiace più di ogni altra cosa.

Ross Brawn è tornato a parlare della Rossa

Il direttore tecnico dei tempi in cui il Cavallino Rampante collezionava vittorie e titoli ha parlato di Ferrari e della questione attuale sul sito ufficiale della Formula 1. Ross Brawn ha scongiurato la possibilità che la Ferrari abbia bisogno di una completa rivoluzione, piuttosto ha detto che c’è bisogno di rinforzare l’intera squadra: “ho già avuto la fortuna di vedere una parte dei 1000 Gran Premi della Ferrari, compreso un periodo memorabile. I miei ricordi del periodo a Maranello sono bellissimi. Ci sono stati grossi successi ma sono arrivati dopo anni serviti a mettere apposto ciò che non andava. La Ferrari necessita di un gran lavoro per tornare ad essere competitiva. Ogni possibile reazione repentina non risolve mai i problemi, c’è bisogno di un piano strutturato e serve anche il tempo per metterlo in pratica. La squadra ha bisogno di essere rafforzata, non rivoluzionata” ha ammesso Ross Brawn.

Mick Schumacher
Mick Schumacher sulla F2004 del padre Michael al Mugello domenica scorsa

Poi Brawn ha ammesso di aver trascorso dei momenti meravigliosi al Mugello, vedendo girare la F2004 tra le mani di Mick Schumacher. La monoposto è stata praticamente la penultima ad aver portato a Maranello un titolo piloti: “quella monoposto ce l’ho nel cuore. È stato meraviglioso vederla tra le mani di Mick Schumacher. Michael era una forza della natura e con quella macchina ha vinto il suo settimo titolo. Mick sarà sicuramente in Formula 1 se continua con questi risultati” ha concluso Brawn.

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento