in

Sebastian Vettel in difficoltà anche al Mugello

Per Sebastian Vettel il 1000esimo Gran Premio della Scuderia comincia in salita visto che domani comincerà dalla 14esima piazza

Vettel

Il weekend del Mugello per Sebastian Vettel comincia decisamente in salita. Il tedesco che ha deciso quello che sarà il suo futuro passa in Q2 per un pelo per poi rimanere fuori dalla Q3 visto che domani partirà dalla 14esima piazza che stride con quanto dimostrato da Charles Leclerc finito in quinta piazza.

Vettel ha lamentato un costante problema di feeling con la SF1000 che a dire il vero non ha mai sentito realmente sua. La settima fila dalla quale partirà domani Sebastian lo pone persino alle spalle dell’Alfa Romeo Racing di Kimi Raikkonen. Al termine delle qualifiche gli mancano quasi le parole per esprimere l’ennesima delusione di una stagione che si avvicina sempre più all’essere un vero e proprio calvario.

Difficile andare oltre

Il paragone con la prestazione di Leclerc, sebbene sia stata “aiutata” dalle bandiere gialle per l’uscita di Ocon, appare difficile da tenere in considerazione. Il tedesco mal si adatta a una SF1000 afflitta da costanti problematiche, lo ammette anche lui stesso alla fine: “era concretamente difficile passare alla Q3, tuttavia il primo tentativo in Q1 era apparso molto interessante nonostante avessi commesso un errore all’avvio del giro. Dopo di ciò non sono più riuscito a migliorare le mie prestazioni”.

Vettel
Il 1000esimo Gran Premio per la Scuderia comincia dalla 14esima posizione per Sebastian Vettel

Se Leclerc ha riscontrato un migliorato bilanciamento generale per la sua SF1000, discorso opposto è quello intrapreso da Sebastian Vettel che già ieri lamentava appunto un bilanciamento non ottimale. Tuttavia la speranza di trovare la quadra non era mancata e per oggi si sperava in qualcosa di più piacevole: “dobbiamo provare a capire perché non abbiamo progredito. Non riesco a guidare la SF1000 per come vorrei; facciamo un passo alla volta e qui al Mugello abbiamo fatto un piccolo passo in avanti. La gara di domani sarà molto difficile ma cerchermo di fare il possibile e di avere un buon passo di gara” ha aggiunto Sebastian.

Di certo la domenica del Mugello che attende Sebastian Vettel non fornisce dati ottimali perché cominciare dalla 14esima piazza significa attuare una rimonta che in queste condizioni non è facile da condurre. Bisognerà capire dove potrà andare domani Sebastian, viste anche le ridotte possibilità di sorpasso che il Mugello pare offrire. “Fare previsioni è difficile. Non abbiamo mai corso qui e non sappiamo come andrà la gara di domani. Dobbiamo aspettare per capire se sarà realmente complicato fare sorpassi” ha detto Vettel.

Binotto intanto si dice felice per il futuro di Vettel

Ora che Sebastian ha confermato quelli che saranno gli impegni per il suo prossimo futuro, in Ferrari c’è il timore che la stasi regolamentare possa porre in vantaggio l’Aston Martin rispetto alla Ferrari viste le prestazioni espresse fin qui dall’attuale Racing Point.

Un dubbio che attanaglia anche Mattia Binotto che comunque si è detto felice di poter condividere ancora il paddock con Sebastian anche durante il prossimo anno: “sono molto felice per Sebastian, ma non ci sorprende la sua firma con Aston Martin. Sono felice per lui come persona e come pilota. È fantastico per la Formula 1 sapere che il prossimo anno sarà ancora nel Circus. È un pilota eccezionale e penso andrà molto bene lì, ma spero che gli staremo davanti”.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento