in ,

Ferrari 488 Pista vs Ford Mustang Shelby GT500: qual è la vincitrice della drag race?

La Mustang Shelby GT500 sviluppa oltre 1100 CV grazie a una serie di modifiche al motore

Ferrari 488 Pista vs Ford Mustang Shelby GT500 drag race

Quando si assiste a una drag race fra due o più auto, spesso si potrebbe pensare che la potenza sia l’unica cosa che conta. Ma non è sempre così. In fondo all’articolo trovate un video pubblicato su YouTube da DragTimes che vede protagonista una Ferrari 488 Pista completamente originale e una Ford Mustang Shelby GT500 pesantemente modificata.

Sotto il cofano della 488 Pista è presente un motore V8 biturbo da 3.9 litri capace di sviluppare una potenza di 720 CV a 8000 g/min e 770 nm di coppia massima da 3000 g/min.

Ferrari 488 Pista vs Ford Mustang Shelby GT500 drag race
Ferrari 488 Pista vs Ford Mustang Shelby GT500 drag race

Ferrari 488 Pista: la supercar V8 gareggia contro un esemplare modificato della GT500

L’otto cilindri è stata abbinato a un cambio a doppia frizione a 7 rapporti che scarica la potenza sulle ruote posteriori e rende la Pista una delle supercar più veloci in accelerazione al mondo. In confronto, la Shelby GT500 originale è equipaggiata con un V8 sovralimentato da 5.2 litri che produce 760 CV.

Se la Mustang dovesse correre con le sue caratteristiche standard, non ci sono dubbi che la Ferrari 488 Pista riuscirebbe a vincere grazie al suo peso più leggero e alla migliore aerodinamica.

Ferrari 488 Pista vs Ford Mustang Shelby GT500 drag race

Tuttavia, questa particolare GT500 filmata da DragTimes è stata ampiamente modificata in quanto ora eroga 980 CV sulle ruote posteriori. Ciò significa che molto probabilmente il propulsore sviluppa oltre 1100 CV.

Per scoprire la vettura vincitrice di questo confronto, vi basta cliccare sul tasto Play dell’anteprima del video presente dopo la galleria fotografica.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento